/ Curiosità

Curiosità | 13 dicembre 2019, 14:15

Saluzzo: all'Interno 2 la presentazione del nuovo romanzo di Gian Maria Aliberti Gerbotto

L'appuntamento con "Io sono + forte", il quinto libro giallo del 47enne saluzzese, è per le 18; a intervistare l'autore il professor Gianni Rabbia e il discografico Corrado Buffa

Gian Maria Aliberti Gerbotto

Gian Maria Aliberti Gerbotto

Si presenta questa sera a Saluzzo, alle 18 all'Interno 2, il nuovo romanzo di Gian Maria Aliberti Gerbotto. “Io sono + forte” è il quinto libro giallo del 47enne saluzzese.

Saranno il professor Gianni Rabbia e il discografico Corrado Buffa, già presidente Scuola Alto Perfezionamento Musicale, ad intervistare il giornalista-scrittore, ormai anche celebre personaggio televisivo, che dopo gli esordi a Unomattina dove nell’estate 2017 commentava le news della settimana, è ora impegnato nei programmi di Gigi Marzullo di cui da due anni è ospite assiduo.

Nella sua nuova fatica letteraria continua la carrellata di personaggi noti e meno noti della Provincia Granda che l’autore si è divertito a disseminare lungo la storia, coinvolgendoli nella trama, tutti citati con i loro veri nomi e ruoli sociali nella vita reale.

Tra i tanti saluzzesi spiccano il dottor Santo Alfonzo, che dirige le indagini Spresal, il broker assicurativo Domenico Andreis e Bruno Comba che interviene sul luogo della tragedia con l'ambulanza della Croce Verde, ma poi anche Nicola Sassone, Luigi Fassino e molti altri. La copertina è del fotografo Davide Tolis e ritrae, oltre all'autore, due ragazzini saluzzesi: Francesco Giuseppe Ballarino e Carlo De Giacomo.

Per gli amanti del gossip cittadino, ecco servito un motivo in più per leggerlo. Così come sono reali i luoghi e le ambientazioni del giallo; i protagonisti del thriller si trovano a passeggiare in centro Saluzzo, prendono l'aperitivo al Beppe e fanno serata l'Interno 2.

Per poi passare, nei capitoli successivi a Cuneo, Alba, Limone. Non manca la Liguria: alcune scene si svolgono a Sanremo e Imperia.

Con lo scrittore piemontese il noir si trasforma in una sorta di eccezionale guida social-turistica romanzata” ha scritto Antonio Bozzo del Corriere della Sera nel dorso del libro. “Tutto parte da un tragico incidente sul lavoro. Giuseppe è stato travolto dal suo mezzo agricolo nella campagna saluzzese. Ma qualche cosa non quadra. Al funerale dell’uomo, John Alberti, il ricco e ozioso americano trasferitosi ormai da tempo a vivere nel cuneese, parla con le persone presenti, sente sussurri e allusioni perché vuole vederci chiaro, ma soprattutto vorrà proteggere l’adorata nipotina”.

Spiega l'autore Aliberti Gerbotto: “Come ho detto più volte nei miei servizi a Striscia la notizia dedicati al web, il cyberbullismo perpetrato in rete rappresenta una vera e propria emergenza sociale. Questo libro è importante, dovrebbero leggerlo tutti, professori, genitori e, perché no, i ragazzi stessi!

Scrive Marco Camisani Calzolari nella Postfazione: “Nel suo romanzo, il mio caro amico Gian Maria fa luce su un fenomeno che si innesca quando un individuo maltratta psicologicamente o fisicamente un altro essere umano. I segnali sono però diversi per il carnefice e per la vittima. E se è forse facile individuare chi subisce, spesso è più difficile riconoscere i bulli perché alcuni possono anche sembrare bravi ragazzi o buoni studenti”.

Scrive lo psichiatra Alessandro Meluzzi nella Prefazione. L'ultimo romanzo di Aliberti, che ha all'attivo già una decina di libri, spesso dedicati al mondo dei vip e pubblicati da case editrici del calibro di Piemme e Mondadori, o distribuiti da Rizzoli e De Agostini, si può acquistare in libreria al prezzo di 16 euro e presto sarà disponibile anche on line sul sito internet della Mondadori.

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium