/ Attualità

Attualità | 04 gennaio 2020, 18:16

Trovati il giorno di Natale, a Cuneo, sette cuccioli di pochi giorni abbandonati in uno scatolone

Di loro si stanno occupando i volontari della LIDA, che li nutrono ogni tre ore circa, e quelli del canile comunale. Quando avranno almeno 8 settimane, si cercherà di darli in adozione. L'assessora Olivero: "Due anni fa un episodio simile sul viale degli Angeli, ma i cuccioli erano più grandi e forti. Ringrazio chi sta provando a salvarli con amore e impegno"

Trovati il giorno di Natale, a Cuneo, sette cuccioli di pochi giorni abbandonati in uno scatolone

"La crudeltà? La puoi incontrare per strada, per caso, anche il giorno di Natale. Proprio il 25 dicembre sono stati ritrovati in un fradicio scatolone di cartone, in corso Kennedy a Cuneo, sette cuccioli di cane piccolissimi, di pochi giorni, con gli occhi chiusi, intirizziti dal freddo, destinati a morte certa nel giro di poche ore.

Nello stesso momento, chissà dove, una cagnolina con le mammelle stracolme di latte stava patendo il distacco traumatico dai suoi cuccioli da parte di un padrone senza cuore.

Non è la prima, volta quest’anno che al canile di Cuneo, vengono “recapitati” come pacchi intere cucciolate di piccoli cagnolini, ma mai è successo che fossero così piccini. Un cucciolo privato della protezione batterica della mamma, inserito in una struttura come un canile, ha scarse possibilità di sopravvivenza e, nel caso ce la facesse, avrebbe grandi probabilità di sviluppare comportamenti fobici o peggio ingestibili.

Che fare? Solo il buon cuore di chi svolge volontariato a favore degli animali può alleviare le sofferenze di queste piccole creature, ed allora accanto all’anima buona che li ha accolti materialmente in casa sua per offrire loro un ambiente sufficientemente asettico, è partita la gara di solidarietà tra volontari per aiutare la mamma affidataria al gravoso compito dell’allattamento.

Nutrire sette cuccioli con il biberon ogni due/tre ore è operazione lunga e delicata, che non può essere svolta da soli, serve aiuto, e serve di giorno e di notte. Questo è una parte del lavoro che svolgono i volontari dei canili, con pochi mezzi ma tanto cuore. Non appena i cuccioli apriranno gli occhi potremo stabilire con una certa esattezza la loro età, che comunque potrebbe risalire alla metà di dicembre, il lavoro diventerà via via sempre più gravoso perché avere sette cuccioli che scorrazzano per casa non è cosa semplice e loro, comunque non potranno essere adottati prima di aver compiuto otto settimane.

Noi speriamo che si salvino tutti, faremo tutto quanto possibile perché ciò accada, ma vorremmo lanciare un appello proprio in virtù di questo brutto episodio: fate sterilizzare le vostre cagnoline, fate questo atto d’amore nei loro confronti, evitate loro inutili e scomode gravidanze, che saranno poi la causa di abbandono, morte e sofferenza. Fatelo! E se siete a conoscenza di casi che porteranno a nuovi abbandoni segnalateceli, cercheremo di intervenire per evitare danni più gravi. Vi terremo aggiornati sulla sorte dei piccolini e inizieremo gli appelli per le adozioni non appena saremo tranquilli sulla loro sorte".

E', questa, la testimonianza della signora Delia, che condividiamo con i lettori perché da un lato è una storia di disumanità, dall'altro, invece, di umanità, una bella storia di Natale che, soprattutto, testimonia il grande impegno dei volontari del canile di Cuneo e di quelli della LIDA, che si stanno materialmente occupando dello svezzamento di questi sette cuccioli, nutrendoli con turni ogni 2/3 ore. 

A confermarci il ritrovamento l'assessore competente Paola Olivero, che ricorda come ce ne sia stato un altro, a luglio 2018, nei pressi del Paperino Club sul viale degli Angeli. "Allora era estate e i cagnolini erano più grandi, per cui più forti. Sono stata avvisata del ritrovamento e posso solo dire che speriamo tutti che questi sette cuccioli se la possano cavare. Ringrazio quanti si stanno prendendo cura di loro. Da parte del Comune c'è il massimo impegno e sostegno".

Barbara Simonelli

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium