/ Eventi

Eventi | 08 gennaio 2020, 20:32

Benedizione dei cavalli a Bra per la festa di Sant’Antonio Abate, protettore degli animali

Si ripete la tradizionale usanza organizzata dai Cavalieri del Bandito, in programma domenica 19 gennaio al Santuario della Madonna dei Fiori. Santa Messa alle 10.30 e poi il conviviale al Centro sportivo di San Michele

Benedizione dei cavalli a Bra per la festa di Sant’Antonio Abate, protettore degli animali

Qua la zampa! Torna domenica 19 gennaio il tradizionale appuntamento con la benedizione dei cavalli a Bra in occasione della giornata dedicata al loro protettore Sant’Antonio Abate, il grande asceta del deserto e padre dei monaci.

L’iniziativa è organizzata dalla scuderia Cavalieri del Bandito, guidata da Giorgio Revelli, che ogni anno ripropone questo atteso e partecipato momento di festa collettiva.

Il programma prevede alle ore 10.30 la Santa Messa presso il Santuario della Madonna dei Fiori, seguita dalla benedizione di cavalli, dei cavalieri, delle amazzoni e delle carrozze, un connubio tra fede, costume ed amore per gli amici a quattro zampe.

Quella di rendere omaggio per un giorno agli animali, fedeli compagni di vita dell’uomo, ci ricorda come essi vadano difesi e non sfruttati o maltrattati e come Dio ce li abbia donati per custodirli. Lo sapeva bene l’abate Antonio che nell’iconografia cristiana è raffigurato con una lunga barba bianca, con un bastone e con a fianco un maialino. La tradizione di benedire gli animali nasce nel Medioevo, in terra teutonica, quand’era consuetudine che ogni villaggio allevasse un maiale da destinare all’ospedale, dove prestavano servizio i monaci. Il grasso era molto utile per preparare emollienti da spalmare sulle piaghe e per curare il fuoco di Sant’Antonio.

Quindi, dopo le celebrazioni, tutti a cavallo e via in passeggiata attraverso i sentieri del Roero, fino a raggiungere il salone del centro sportivo della frazione San Michele, dove, alle ore 14 circa, si svolgerà il pranzo. Non dimenticate le prenotazioni entro mercoledì 15 gennaio telefonando al numero 333/3625355 (Giorgio Revelli). Segnatevelo!

Silvia Gullino

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium