/ Cronaca

Cronaca | 13 gennaio 2020, 18:31

All’esame di teoria per il conseguimento della patente con un micro-auricolare, straniero condannato a cinque mesi di reclusione

L’imputato avrebbe pagato 2mila euro per il “kit” che lo avrebbe aiutato a superare i test

Foto generica

Foto generica

Cinque mesi e la sospensione condizionale è la condanna che il tribunale di Cuneo ha pronunciato oggi a carico di O.T., di nazionalità turca, per falso ideologico. L’uomo si era presentato lo scorso anno all’esame di teoria per il conseguimento della patente di guida indossando congegni che gli avrebbero permesso di comunicare all’esterno per ricevere le risposte alle domande dei quiz.

Una funzionaria della Motorizzazione Civile di Cuneo ha riferito che quel giorno aveva chiamato la polizia perché insospettita dal comportamento dell’imputato: “Ogni tanto si grattava le orecchie e aspettava che l’esaminatore si allontanasse per redigere il test”.

Quando al termine della prova O.T. fu sottoposto a perquisizione gli agenti della polizia stradale gli trovarono addosso un cellulare, un dispositivo bluetooth a collana e un paio di auricolari. Inoltre aveva nascosto sotto la maglia un altro telefono cellulare che attraverso un buco riprendeva il foglio con le domande del test.

Il pm aveva chiesto la condanna a 8 mesi. L’imputato potrebbe essere stato a sua volta vittima di una truffa. Aveva infatti denunciato chi gli aveva fornito l’attrezzatura perché aveva preteso da lui 2mila euro. Le indagini sono ancora in corso.

Monica Bruna

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium