/ Economia

Economia | 13 gennaio 2020, 15:00

Come ottenere più spazio in casa: la “magia” del letto contenitore

Quanto spazio sprecato c’è, infatti, sotto al letto matrimoniale? Molto

Come ottenere più spazio in casa: la “magia” del letto contenitore

Gli appartamenti di oggi presentano spesso ambienti ristretti e di conseguenza quando arriva il momento di arredarli ci si deve davvero inventare per ottimizzare gli spazi. Alla luce di un problema molto diffuso le aziende che producono mobili si sono anch’esse poste il problema proponendo modelli di arredi sempre più orientati al risparmio di spazio. Un articolo comodissimo a questo proposito a cui solo pochi riescono a rinunciare, e comunque non dopo averlo provato, è il letto contenitore.

Quanto spazio sprecato c’è, infatti, sotto al letto matrimoniale? Molto. E si tratta per giunta di uno spazio dove non fa che accumularsi polvere e sporco. Ecco che quindi utilizzarlo non è solo una strategia per ottimizzare i metri quadri della camera da letto, ma anche proprio vantaggioso. Questo modello di letto ha contemporaneamente due funzioni: da un lato fa da classico letto, ovviamente, ma dall’altra (come dice la parola stessa), diventa uno spazio per riporre cose e indumenti. Questo è utile non solo nel caso non si abbia tanto spazio, ma in ogni caso.

Il miglior letto contenitore: caratteristiche

Un buon letto contenitore deve essere di buona qualità, meglio se made in Italy. Risparmiando troppo, infatti, si rischia di comprare qualcosa il cui meccanismo funziona male ed essendo il movimento la chiave della comodità, è un problema. I modelli di alta qualità invece garantiscono l’ottima tenuta nel corso del tempo. Se si vuole risparmiare, piuttosto che giocare sulla qualità, si consiglia quindi di comprare online.

Il miglior letto contenitore è fatto con materiali di buona qualità, così come lo è il meccanismo di movimento del prodotto. Molto in voga è il legno che può garantire la lunga durata. In base al tipo di arredo o ai gusti personali ci sono diversi modelli di letti contenitori. Se si acquista un modello di questo genere per questioni di spazio andrà valutato il volume del contenitore: più è grande, meglio sarà. Questo dipenderà comunque anche dall’altezza del letto: più è alto più avrà capacità contenitiva. In commercio ci sono letti di misure diverse per adattarsi alle esigenze di tutti.

Utilizzare adeguatamente un letto contenitore

Come tutti i prodotti anche il letto contenitore, se proprio vogliamo trovare il pelo nell’uovo, ha un “contro” che è nel fatto che ovviamente per quanto agevole sia l’apertura non è un vano che si è comodi aprire e chiudere 50 volte al giorno per diversi motivi. Per questo di solito vi si ripongono cose che non sono ad utilizzo quotidiano, quanto piuttosto, per esempio, i tessili da letto o indumenti particolari che si impiegano all’occasione.

Questo è valido tuttavia nei modelli dove nell’apertura resta fisso diciamo un lato corto (apertura a un movimento). Ci sono però modelli che si aprono sopraelevandosi lasciando il materasso in posizione parallela rispetto al pavimento (due movimenti). In questi casi il fatto di aprirlo diventa un sistema per facilitare il rifacimento del letto, visto che lo si può fare senza nemmeno piegare la schiena. Avendo il materasso di fronte agli occhi sarà anche più facile infilare gli angoli delle lenzuola sotto al materasso.

Richy Garino

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium