/ Cronaca

Cronaca | 14 gennaio 2020, 16:00

Distrugge i mastelli della raccolta carta a Mondovì, ma viene sorpreso dai carabinieri

Protagonista dell'atto vandalico, compiuto nella notte nelle vie di Breo, un 24enne italiano residente nel Monregalese e con precedenti penali. Fondamentale per le indagini il supporto delle immagini registrate dall'impianto di videosorveglianza comunale

Distrugge i mastelli della raccolta carta a Mondovì, ma viene sorpreso dai carabinieri

Atto vandalico, nella notte fra lunedì 13 e martedì 14 gennaio, a Mondovì, nel rione Breo: un 24enne italiano, residente nel Monregalese e con precedenti penali risalenti già all'adolescenza, ha distrutto circa 30 mastelli della raccolta carta, esposti lungo le vie interne del centro storico del capoluogo monregalese per il consueto ritiro settimanale.

Nelle immagini registrate dall'impianto di videosorveglianza comunale, lo si vede sollevare i bidoni e scaraventarli con forza sulla pavimentazione e contro le pareti delle case, financo prendendoli a calci una volta ricaduti a terra.

Il giovane, visibilmente alterato (in stato di ebbrezza, ma ha rifiutato di sottoporsi al test etilico) è stato però colto in flagranza di reato da due pattuglie dei carabinieri di Mondovì, allertati da un residente accortosi di quanto stava accadendo nelle immediate vicinanze della propria abitazione.

Sul posto sono giunti anche i sanitari del 118, chiamati dagli stessi carabinieri in quanto il ragazzo palesava un evidente stato di agitazione, imputabile all'assunzione di una dose di alcol superiore al limite massimo consentito.

Per il 24enne, che aveva parcheggiato la propria auto in piazza Santa Maria Maggiore, poi affidata a un familiare dalle forze dell'ordine, è scattata la denuncia da parte dei militari, che in mattinata hanno acquisito dalla polizia municipale le riprese effettuate dalle videocamere municipali, rivelatesi determinanti per ricostruire l'episodio nei minimi particolari: le accuse sono di danneggiamento, guida in stato d'ebbrezza, oltraggio e resistenza a pubblico ufficiale. 

Amareggiata Erika Chiecchio, assessore comunale all'Ambiente, che commenta: "Invito l'autore del gesto a ravvedersi svolgendo volontariato civico presso il Comune, magari in ambito ambientale, come i nostri ecovolontari. Si renderà conto dell'impegno necessario da parte di molti per combattere l'inciviltà di qualcuno"

E aggiunge: "Tutti gli utenti che si sono ritrovati con il contenitore rotto possono recarsi all'Ecosportello di corso Statuto 13 (passerella, aperture dal lunedì al sabato dalle 9.30 alle 14.30) e farsene consegnare uno nuovo"

Il personale della ditta Raimondi, gestore del servizio di pulizia urbana, è nel frattempo intervenuto per ripulire le strade e rimuovere i mastelli danneggiati.

Alessandro Nidi

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium