/ Curiosità

Curiosità | 17 gennaio 2020, 10:30

Cuneo: al Parco fluviale Gesso e Stura un'area meteo interattiva “green”

La piattaforma meteorologica, che consente un accesso interattivo con qualsiasi tipo di tecnologia, si compone di una interfaccia meteo-cartografica di accesso alle informazioni meteo sia attuali sia di previsione e fornisce una serie di servizi unici come il temporalometro e il fulminometro

Cuneo: al Parco fluviale Gesso e Stura un'area meteo interattiva “green”

È online sul sito del Parco fluviale Gesso e Stura la nuova area meteo interattiva del territorio di competenza del Parco, realizzata nell’ambito del progetto CClimaTT grazie al supporto e alla collaborazione di LRC Servizi, provider meteorologico DATAMETEO.

L’azione di progetto, dall’evocativo titolo “Capire i segnali del tempo: passati, presenti e futuri”, ha portato a sviluppare un meteo dall'anima "green", frutto delle migliori tecnologie di elaborazione modellistica disponibili e completa di strumenti che permettono di utilizzare la previsione meteorologica in un’ottica di sostenibilità ambientale.

Ne è un esempio significativo l'indice di consumo energetico ICE, che consente di capire quale potrebbe essere il consumo atteso in una giornata e aiuta così a risparmiare energia, regolando al meglio riscaldamento o condizionamento. Questo indice coniuga l'utilizzo intelligente dei principali parametri meteorologici, limitando di fatto le emissioni di gas serra in atmosfera. Ma le applicazioni che può offrire la nuova frontiera della meteorologia in ambito green sono molteplici, come ad esempio l’uso consapevole della risorsa idrica per bagnare verde pubblico, orti e giardini.

La piattaforma meteorologica, che consente un accesso interattivo con qualsiasi tipo di tecnologia (smartphone, tablet, pc), si compone di una interfaccia meteo-cartografica di accesso alle informazioni meteo sia attuali sia di previsione e fornisce una serie di servizi unici come il temporalometro e il fulminometro, in grado di avvisare su possibili temporali in atto o in arrivo, oppure il grandinometro che indica se è grandinato nella località di interesse.

Per i nevofili, è presente un’innovativa visualizzazione che permette di monitorare l'evoluzione della neve fresca al suolo e capire l'evoluzione del manto nevoso con un altissimo dettaglio territoriale. Molto utili, soprattutto in ambito agro, anche il brinometro, il caldometro e il precipitometro, che segnalano rispettivamente giorni con gelate, ondate di caldo o precipitazione forte.

Completa il tutto una visualizzazione grafica delle previsioni studiata per essere chiara e intuitiva, attraverso l'abbinamento di scale colori e icone.

Raccontano gli ideatori del sistema: «Quello che sta succedendo al clima è ormai sotto gli occhi di tutti. Per rendere questo contesto di profondo cambiamento climatico il meno impattante possibile è indispensabile avere strumenti innovativi che ci permettano di 'capire i segnali del tempo'. Da qui l’utilità di uno strumento per valutare l’impatto che possono avere parametri meteorologici come temperatura, precipitazioni e venti. Si tratta di un meteo innovativo, ecologico, 'green' anche nelle emissioni dei server che utilizzano energia rinnovabile».

La proposta “Capire i segnali del tempo: passati, presenti e futuri” è stata selezionata e promossa dal Parco fluviale Gesso e Stura nell’ambito del progetto Interreg Alcotra “CClimaTT”, cofinanziato dal Fondo Europeo di Sviluppo Regionale, come “azione pilota” capace di stimolare la coscienza ambientale della popolazione e promuovere pratiche di mitigazione e adattamento ai cambiamenti climatici in atto.

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium