/ Eventi

Eventi | 18 gennaio 2020, 11:01

Tempo di bilancio di mandato in Fondazione CRC, il presidente Genta: "Quello del 2019 è stato il miglior risultato degli ultimi 11 anni" (VIDEO)

Al teatro Toselli di Cuneo la presentazione del bilancio di mandato 2016-2020, evento condotto da Licia Colò. Investimenti a valore di mercato che superano 1,6 miliardi di euro, in crescita di oltre 50 milioni dal 2016; oltre 93 milioni di euro di erogazioni sul territorio, che hanno garantito sostegno a 1650 soggetti

Investimenti a valore di mercato che superano 1,6 miliardi di euro, in crescita di oltre 50 milioni dal 2016; oltre 93 milioni di euro di erogazioni sul territorio, che hanno garantito sostegno a 1650 soggetti, quasi 100 milioni se si aggiungono le erogazioni per progetti nazionali; 35 progetti e 19 bandi promossi in media ogni anno; oltre 4.500 contributi assegnati, attraverso bandi e sessioni erogative, a fronte di 7.200 richieste pervenute: questi alcuni dei dati salienti che emergono dal Bilancio di mandato 2016-2020 della Fondazione CRC, presentato questa mattina al Teatro Toselli di Cuneo.

Alla vigilia del rinnovo del Consiglio di Amministrazione e del Consiglio Generale della Fondazione CRC, previsto per aprile prossimo, Generare risorse, restituire energie fotografa in maniera dettagliata quanto realizzato sia dal punto di vista della gestione del patrimonio, sia da quello dell’attività progettuale ed erogativa. Il capitolo centrale del documento approfondisce i bandi e i progetti promossi dalla Fondazione, suddivisi in 7 filoni d’intervento: generare innovazione e sviluppo, promuovere una cultura per tutti, coltivare talenti, incrementare il benessere della comunità, sostenere le piccole realtà, aprire nuovi spazi e sviluppare strategie per il futuro.

Dopo i saluti istituzionali di Francesco Profumo (Presidente ACRI), Giovanni Quaglia (Presidente Associazione Piemontese delle Fondazioni), Federico Borgna (Presidente della Provincia di Cuneo) e Ferruccio Dardanello (Presidente della Camera di Commercio), la mattinata, è entrata nel vivo con le relazioni del presidente Giandomenico Genta e del direttore generale Andrea Silvestri.

Oltre a rendicontare l’attività svolta, i tanti ospiti hanno potuto indagare alcune delle più significative sfide che attendono la nostra comunità, grazie all’intervento di alcuni relatori: Carlo Borgomeo, presidente di Con i Bambini, partendo dall’esperienza del Fondo Nazionale per la lotta alla povertà educativa minorile, ha sottolineato come solo investendo sui bambini e sui giovani, il Paese si assicurerà un futuro migliore; Carolyn Christov-Bakargiev, direttore del Castello di Rivoli Museo di Arte Contemporanea, ha immaginato come la cultura possa rappresentare una risorsa per la valorizzazione del territorio, oltre che una chiave di crescita civile; Fabrizio Ferrando, manager commerciale della Cartiera Pirinoli di Roccavione, ha raccontato la vicenda dell’azienda che dal fallimento ha saputo diventare un esempio riconosciuto di economia circolare; Andrea Lucchetta, ex campione di pallavolo che ha militato per tanti anni a Cuneo, ha approfondito il valore dello sport per la crescita dei cittadini di domani e per l’inclusione delle persone con disabilità; infine Laura Orestano, CEO di Socialfare, ha indagato la centralità dell’innovazione sociale per la coesione e la crescita sostenibile delle nostre comunità.

L’evento è stato moderato dalla giornalista e presentatrice Licia Colò, che ha sottolineato il ruolo fondamentale che possono svolgere le fondazioni per rispondere ai problemi più urgenti che l’umanità sta affrontando, a livello locale come a quello mondiale.

"Presentare oggi questo bilancio, il migliore degli ultimi undici anni, davanti a tutte queste persone ci regala una grande soddisfazione: l'ampia presenza di tutti testimonia l'affetto del territorio per l'istituzione che ho l'onore di presiedere - ha commentato il presidente Genta - . Sono stati quattro anni molto intensi, in cui abbiamo investito tanta energia e passione, ma anche molto sostegno economico: abbiamo fatto sì che oltre 93 milioni di euro venissero erogati sul territorio, e raggiunto la cifra totale (con alcuni progetti nazionali) di 100 milioni di euro di erogazioni. Abbiamo inoltre incrementato il patrimonio della Fondazione di 50 milioni, raggiungendo la cifra di 1.600mila euro".

"Siamo anche molto soddisfatti di come, in questi anni, la Fondazione sia riuscita a farsi percepire come un ente aperto, disponibile e capace di dialogare con tutti in ogni campo possibile; emblematiche in questo senso sono state le 110mila presenze in progetti e attività legate al settore turistico e al rendere la nostra provincia sempre più accogliente" ha concluso il presidente.

"Se c’è un aspetto che caratterizza la cuneesita è la capacità di fare squadra e cooperare, e la Fondazione ne è un esempio gestendo erogazioni, patrimonio e ufficio studi. Un grande lavoro per cui ringrazio Gianni e la sua squadra" ha detto nel suo intervento il sindaco di Cuneo e presidente della Provincia Federico Borgna.

Ferruccio Dardanello: "La Fondazione è importantissima e strategica e cercheremo di darle sempre più ruolo e competenze di rilievo nella nostra meravigliosa provincia. E' un concentrato di bellezza e voglia di fare".

Giovanni Quaglia: "Le fondazioni hanno il ruolo di rispondere alle esigenze e attese del territorio: la CRC lo ha fatto collaborando con il territorio, in un percorso condiviso e attraverso le competenze di una grande squadra".

Il Bilancio di mandato 2016-2020 è scaricabile in pdf dal sito www.fondazionecrc.it

simonelli/giraudi

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium