/ Politica

Politica | 18 gennaio 2020, 14:31

#Cuneo: tra corso Francia e via Giordanengo verrà costruita una rotonda con attraversamenti pedonali in sicurezza (FOTO)

Mentre il servizio di accompagnamento dei bambini alla Scuola Primaria di largo Bellino da parte di persone adulte, grazie all’impegno di alcune famiglie, continua come negli anni passati. La tracciatura delle strisce verdi sui marciapiedi è stato un modo per dare visibilità e riconoscibilità al progetto. Gli assessori comunali Serale e Dalmasso rispondono sui due problemi segnalati da un residente del quartiere San Paolo

Il progetto della rotonda con gli attraversamenti pedonali in sicurezza all'incrocio tra corso Francia e via Giordanengo

Il progetto della rotonda con gli attraversamenti pedonali in sicurezza all'incrocio tra corso Francia e via Giordanengo

#Cuneo pubblicato giovedì 16 gennaio ha dato spazio alle segnalazioni di un residente del quartiere San Paolo su un paio di problemi della zona (clicca qui). Il primo riguarda la mancanza di strisce pedonali all’incrocio tra corso Francia e via Giordanengo.

A rispondere è l’assessore ai Quartieri e alle Frazioni, Luca Serale. “In effetti, alcuni anni fa le “zebrate” erano presenti di fronte al distributore di carburanti. Poi, con la Polizia Municipale si decise di eliminarle in quanto troppo pericolose per l’attraversamento dei pedoni in quella zona. Vennero sostituite da altri due passaggi: uno più a monte e uno più a valle, con il potenziamento dell’illuminazione pubblica e la messa in sicurezza delle fermate dei bus. E fu una scelta saggia, perché non successero più incidenti”.

Ora, però, con l’obiettivo di risolvere definitivamente il problema del transito degli automobilisti, dei ciclisti e dei pedoni nella zona c’è in ballo l’intervento di riqualificazione dell’asse rettore tra la rotatoria all’incrocio con corso Gramsci e l’ingresso alla Est-Ovest e il Campo Sportivo Scolastico di atletica. Un progetto dell’importo complessivo di 2.932.350 euro finanziato con le risorse del Bando Periferie.

Cosa prevede? Tra i lavori più importanti c’è proprio la costruzione di una rotonda all’incrocio tra corso Francia e via Giordanengo, con accanto gli attraversamenti pedonali realizzati rispettando tutti i requisiti richiesti per garantire la sicurezza. Altre opere in cantiere di maggiore consistenza lungo quel tratto di corso Francia sono il lieve restringimento della carreggiata per costruire lo spartitraffico centrale a raso delimitato dalla segnaletica orizzontale, la sistemazione e il completamento della pista ciclopedonale già esistente sul lato Cuneo direzione San Rocco Castagnaretta (larghezza 2,5 metri), un altro percorso ciclopedonale sul lato Caserma Cordero di Montezemolo e il nuovo impianto di illuminazione. 

“Conoscevamo  il problema in quella zona - sottolinea Serale e proprio per questo motivo abbiamo fortemente voluto dare una risposta soprattutto sull’aspetto della sicurezza inserendo il progetto nel Bando Periferie. In questo momento è in svolgimento la gara di appalto e la prospettiva è di iniziare l’intervento entro tre-quatto mesi. La durata dei lavori è stata fissata in un anno”.

L’assessore alla Mobilità, Davide Dalmasso, spiega invece il perché delle strisce verdi “disegnate” sui marciapiedi di fianco ad alcune strade del quartiere San Paolo che portano alla Scuola Primaria di largo Bellino.

“Voglio rassicurare il residente - afferma Dalmasso - sul fatto che, grazie all’impegno di alcune famiglie, il servizio di accompagnamento dei bambini all’Istituto da parte di persone adulte continua. Non abbandoniamo i piccoli studenti al loro destino semplicemente disegnando delle strisce verdi sui marciapiedi. La tracciatura delle stesse e la realizzazione dei punti di raduno attraverso pali metallici a forma di matita, il tutto finanziato con fondi europei, hanno rappresentato una scelta da parte del Comune per dare maggiore visibilità e riconoscibilità al progetto Pedibus e all’impegno di quanti ogni giorno si dedicano al servizio che rimane uguale agli anni passati. Il nostro è stato un supporto organizzativo attuato in collaborazione con la scuola”.       

Sergio Peirone

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium