/ Attualità

Attualità | 19 gennaio 2020, 11:23

Terremoto, le rassicurazioni del governatore Cirio dopo le due scosse registrate questa mattina

Al fenomeno sismico avvertito in tutto l’Albese è seguito un secondo fenomeno sismico a Borghetto Borbera, nell’Alessandrino

Il presidente della Giunta regionale Alberto Cirio

Il presidente della Giunta regionale Alberto Cirio

"Desidero rassicurare sulle due lievi scosse che questa mattina sono state registrate in Piemonte (la prima alle 6.22 di magnitudo 3.1 con epicentro a Neive nel Cuneese e la seconda alle 8.59 di magnitudo 2.6 nell’Alessandrino a Borghetto Borbera). Abbiamo verificato con la Protezione civile e non sono giunte segnalazioni. Anche dagli accertamenti fatti non si registrano danni. La prima scossa in particolare è stata molto avvertita sul territorio perché la profondità è stata di 11 km. Naturalmente continuiamo a monitorare, ma tutto appare sotto controllo".

Così il presidente della Giunta regionale Alberto Cirio sulle due scosse registrate nella mattinata di oggi in Piemonte.

 

"La Protezione civile della Regione Piemonte – si legge anche in una nota intanto giunta dalla Regione – segnala che al momento non sono pervenute segnalazioni di danni alle persone e alla cose in seguito alle scosse di terremoto che si sono registrate in mattinata prima tra le province di Cuneo e Asti (magnitudo 3.1 con epicentro al 12 km di profondità tra Neive e Coazzolo) e poi in provincia di Alessandria nella zona di Borghetto di Borbera (magnitudo 2.6).
'Stiamo seguendo con attenzione l’evoluzione dell’evento, che al momento fortunatamente, non presenta particolari criticità. Continuiamo a monitorare',
sottolineano il presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio, e l’assessore alla Protezione civile, Marco Gabusi".

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium