/ Eventi

Eventi | 25 gennaio 2020, 17:50

Anche quest'anno, un pullman da Carrù a Sant'Anna di Stazzema

La onlus “col. Giuseppe Cordero Lanza di Montezemolo” ripropone anche quest'anno l'appuntamento con la memoria in Versilia

Anche quest'anno, un pullman da Carrù a Sant'Anna di Stazzema

 

Anche quest’anno, con il generoso sostegno della BAM, la onlus “col. Giuseppe Cordero Lanza di Montezemolo” intende ripetere la visita al Parco della Pace di Sant’Anna di Stazzema, ove 560 persone, di ogni età, dai pochi giorni di vita agli oltre ottant’anni, furono trucidati dai nazisti, il 12 agosto 1944.

"La zona non brulicava di partigiani, quindi i nazisti non potevano temere di fastidiose operazioni degli uomini della Resistenza. Anzi l’area era stata dai nazisti decretata “zona bianca”, cioè località ove gli stessi invasori inviavano gli sfollati dalla costa, per sottrarli ai bombardamenti anglo-americani. Fu un crimine spaventoso ed irrazionale, che ci deve far riflettere su cosa sia la dittatura e le sue complicanze", affermano i rappresentanti della onlus.

La BAM pone a disposizione il pullman da 35 viaggiatori, per cui va la gratitudine al Presidente Giovanni Cappa e all’organo di gestione, che consentono di avvicinare giovani studenti a queste realtà ed essere loro di monito e insegnamento.

"Sicuramente al Museo incontreremo l’ultimo dei pochissimi sopravvissuti all’eccidio, Enrico Pieri, che riuscì con una cuginetta a nascondersi dentro un cannipolo e non essere sorpreso dalla furia omicida, che non risparmiò neppure chi si era nascosto in un forno o nei solai. Raffiche di mitraglia e di armi leggere fecero scempio anche di chi si rifugiò in chiesa, compreso il parroco. Quanto prima possibile segnaleremo la data di effettuazione, probabilmente la seconda domenica di maggio. Chi volesse informazioni, anche adulti, può telefonare al cell. 333/1960253".

 

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium