/ Attualità

Attualità | 26 gennaio 2020, 20:30

Il monologo sulla diversità, Di Domenico incanta i ragazzi di Bene Vagienna

Successo per il monologo “Mio fratello rincorre i dinosauri” con Christian Di Domenico

Il monologo sulla diversità, Di Domenico incanta i ragazzi di Bene Vagienna

Lunedì 20 gennaio, grande successo per il monologo “Mio fratello rincorre i dinosauri”, che l’attore Christian Di Domenico ha rappresentato, presso il palazzetto di Bene Vagienna, per le classi delle Medie e le quinte della Primaria.

I ragazzi sono stati rapiti dalla bravura dell’attore, che con pochissimi mezzi scenici, ha accettato comunque di portare sul palco il suo spettacolo, tratto dal famoso libro di Giacomo Mazzariol, e di recente portato anche al cinema dal regista Stefano Cipani.

La tematica, raccontata in prima persona anche nel libro, è estremamente attuale e parla di diversità. In particolare la storia è quella di Giovanni, fratello minore di Giacomo, affetto da sindrome di down.

Il monologo mette in mostra la forza di un rapporto fraterno, ma anche la complessità di un mondo, quello della disabilità, che spesso ci rende fragili e scoperti di fronte all’opinione degli altri.

Il punto di vista cambia continuamente, dalla visione del rapporto tra fratelli, si sottolineano sul palco, in una sorta di quarta parete con gli spettatori, anche il dramma dell’intera famiglia, la forza e il coraggio che devono avere i genitori (solo un 10% decide di affrontare questa sfida), che sanno di aspettare un figlio affetto da questa sindrome.

I ragazzi hanno ascoltato in religioso silenzio lo spettacolo, restando colpiti dal messaggio e dall’intensità delle emozioni proposte.

L’attore, che porta in scena questo spettacolo insieme ad altri due monologhi, uno su Don Pino Puglisi, vittima della mafia dal titolo “U parrinu” e l’altro tratto dal celebre romanzo di Fabio Geda, “Nel mare ci sono i coccodrilli”, è molto affascinato dalle tematiche sociali, e ci tiene anche ad avere un dialogo con i ragazzi, a cui ha confessato di “Tenere particolarmente a questo spettacolo, perché da giovane sono stato purtroppo un bullo anche io”.

Un approccio significativo il suo, capace di mostrare cosa può determinare un comportamento sociale errato e di fornire, attraverso l’arte, la via per riflettere e redimersi.

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium