/ Eventi

Eventi | 26 gennaio 2020, 11:04

“Qui ci sono ebrei”: dopo gli atti di Mondovì, a Fossano presidio spontaneo contro l'intolleranza

Appuntamento alle ore 16 presso la lapide in ricordo di Andrea Perrone. Poi un momento di riflessione nei giardini Lidia Rolfi

“Qui ci sono ebrei”: dopo gli atti di Mondovì, a Fossano presidio spontaneo contro l'intolleranza

"Juden Hier" ("Qui c'è un ebreo").

Questa l’inquietante scritta apparsa l’altra notte a Mondovì sulla porta di casa dove ha vissuto Lidia Beccaria Rolfi, deportata politica, e dove oggi vive il figlio.

Un atto vigliacco, razzista e criminale. Ma soprattutto una vera e propria provocazione a una manciata di ore dalla giornata della Memoria.

“Hier sind juden” (“Qui ci sono ebrei”) la risposta che intende dare un gruppo di cittadini fossanesi.

Oggi, domenica 26 gennaio, alle ore 16, è in programma un presidio spontaneo in viale Alpi, davanti alla lapide che ricorda “l’eroe semplice” Lorenzo Perrone, il muratore fossanese che aiutò Primo Levi a sopravvivere ad Auschwitz.

Successivamente ci si sposterà nei giardini “Lidia Rolfi” di via San Michele, dove verranno letti alcuni suoi scritti.

"L’indifferenza è complicità - spiegano gli organizzatori-: lo è stata 70 anni fa e lo è purtroppo ancora oggi. Scendiamo in piazza per dire no ad ogni tipo di intolleranza!".

Info sulla pagina Facebook dedicata all'event.

comunicato stampa

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium