Cuneo e valli - 26 gennaio 2020, 12:56

Il Tunnel del Tenda desta qualche preoccupazione: in corso verifiche, rilievi e analisi dell’Anas

Prematuro, al momento, parlare di chiusure o azzardare ipotesi su criticità strutturali della galleria. C’è la conferma dei rilievi, alla base ad esempio della chiusura dello scorso 20 gennaio

L'imbocco italiano del Tunnel del Tenda

L'imbocco italiano del Tunnel del Tenda

Sul tunnel di Tenda servono importanti e delicate valutazioni circa la stabilità delle centine, le arcate della galleria.

Mentre si attende la ripresa dei lavori per il Tenda bis, prevista nel mese di febbraio, è la galleria vecchia a destare qualche preoccupazione.

Il dettaglio emerge da alcune dichiarazioni delle autorità francesi, ma – sul versante italiano – è tenuto nel massimo riserbo dall’Anas, competente sul traforo internazionale. A creare alcune preoccupazioni sarebbe una porzione della struttura del tunnel, aperto nel 1882, inferiore a 100 metri lineari (su un totale di 3182 metri di lunghezza).

Si sta verificando una parte di tunnel ad una distanza di più di mezzo chilometro, a partire dall’ingresso sul versante italiano. In base agli accertamenti, Anas deciderà se ci sono (e quali) interventi da programmare.

Che il tunnel sia al centro di un’azione di controllo e verifica è un dato confermato.

Si apprende infatti che la chiusura dello scorso 20 gennaio, avvenuta in piena in mattinata, era già finalizzata proprio ad effettuare dei rilievi. Al momento, comunque, qualunque ipotesi sembra prematura.

Ci sono valutazioni in corso da parte dei tecnici dell’Anas, in base alle quali si stabiliranno gli interventi e le eventuali chiusure.

Al momento non sono previsti provvedimenti di chiusura o di limitazione al traffico veicolare. Rilievi e valutazioni sulla struttura del tunnel non sono una novità: è già accaduto, più volte, in passato

Un eventuale blocco del Tenda per consentire importanti lavori giorni potrebbe rivelarsi l’ennesimo colpo alla rete di infrastrutture e collegamenti tra Piemonte e Liguria.

Nel frattempo, i lavori sul Tenda Bis, dopo il subentro di Edilmaco alla Grandi Lavori Fincosit, sono ancora in attesa di ripartire. Anas aveva annunciato l’intenzione di riaprire il cantiere entro la fine di settembre 2019. Ma, ad oggi, tutto è ancora fermo. Si spera nel mese di febbraio.

redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
SU