Economia - 26 gennaio 2020, 13:00

Tecnofruit anche quest’anno sarà presente alla Fieragricola di Verona dal 29 gennaio al 01 febbraio 2020, con importanti novità sull’Agricoltura Biodinamica

Potete trovare l’Azienda nell’Area B allo stand numero 10

Tecnofruit anche quest’anno sarà presente alla Fieragricola di Verona dal 29 gennaio al 01 febbraio 2020, con importanti novità sull’Agricoltura Biodinamica

La meccanizzazione in agricoltura biodinamica

di Fabrizio Daldi

Imprenditore agricolo titolare azienda floricola/orticola certificata biologica e Demeter

Docente, consulente, informatore e tecnico in agricoltura biodinamica ed agroecologia

L’ecologia e la sostenibilità ambientale negli ultimi tempi, fortunatamente, sono temi molto sentiti in quanto la salvaguardia del nostro pianeta dipende dalle nostre azioni quotidiane, le quali devono essere sufficientemente ben accettate dall’ambiente in cui viviamo. Nell’ambito dell’imprenditorialità agricola a favore di questo possiamo fare molto, in quanto la tecnica che mettiamo in atto per ottenere la produzione di cui necessitiamo fa una grande differenza. Il tipo più diffuso ed utilizzato al giorno d’oggi è l’agricoltura industriale che è stata creata nella seconda metà del ‘900. Questa porta ad avere risultati quantitativi apprezzabili da chi la applica, ma per il fatto che si utilizzano concimi, diserbanti e pesticidi di sintesi e anche perché non rispetta il ciclo del carbonio, è quella ad impatto ambientale più alto, non sostenibile nel lungo periodo oltre che molto costosa. A questo punto la domanda è: ci può essere una tecnica agricola che ci consenta di ottenere produzioni quantitativamente e qualitativamente elevate ed avere un impatto ambientale nullo? Per la mia esperienza oramai quasi trentennale, da contadino partito a coltivare in maniera industriale negli anni ‘90 per poi essere passato nei decenni ad applicare esclusivamente tecniche agroecologiche, vi posso garantire che seppur estremamente diversa dalla consuetudine che normalmente conosciamo, L’AGRICOLTURA BIODINAMICA è certamente una valida risposta. In essa troviamo condensati molte pratiche che unite portano ad avere una metodica in cui la malattia non è più la normalità, bensì una rara eccezione. I terreni tornano ad essere vitali e fertili, l’anidride carbonica catturata invece di essere emessa nell’atmosfera, la microbiologia ripristinata. Questo porta ad una facilità di coltivazione ed al raggiungimento di obiettivi quali/quantitativi di cui noi contadini abbiamo bisogno e contemporaneamente a dare un notevole contributo al miglioramento delle condizioni ambientali. Non è cosa da poco.

L’imprenditore agricolo per fare agricoltura biodinamica necessita di macchinari particolari in quanto per ottenere modificazioni nell’organismo agricolo, un mezzo molto efficace è la dinamizzazione dei preparati in acqua: un metodo per portare informazioni elettromagnetiche all’interno dei cosiddetti “dominii di coerenza” dell’acqua, le quali avranno effetti sulla fisiologia degli esseri viventi che andremo a trattare in accordo con le più moderne ricerche scientifiche in ambito fisico effettuate e sostenute da eminenti scienziati e premi Nobel quali Luc Montagnier, Brian D. Josephson, Emilio e Nicola del Giudiuce, Giuliano Preparata e molti altri.

La TECNOFRUIT, con lungimiranza e competenza, ha colto questa necessità sviluppando e producendo i macchinari necessari per fare correttamente agricoltura biodinamica. Questi saranno presentati in FIERAGRICOLA a Verona dal 29 gennaio al 1 febbraio 2020. In questa occasione sarà possibile avere contatti ed informazioni per approfondire l’argomento oltre che visionare dal vivo le attrezzature.

informazione pubblicitaria

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
SU