/ Al Direttore

Al Direttore | 28 gennaio 2020, 22:39

Riflessione sulla fiaccolata di Mondovì

Riceviamo e pubblichiamo

Riflessione sulla fiaccolata di Mondovì

In tanti lunedì sera alla fiaccolata promossa dall’amministrazione di Mondovì per manifestare l’indignazione, la repulsione e la condanna verso l’insulso autore (o autori) della scritta “Juden hier” sulla porta della casa dove è vissuta Lidia Beccaria Rolfi staffetta partigiana internata a Ravensbuch.

Una risposta forte e salutare ad un odioso sfregio, da parte delle Istituzioni, della politica, delle associazioni, della chiesa, ma soprattutto di tanti giovani uomini e donne, di quella società civile che vuole mantenere forte e viva la memoria affinché l’immane tragedia dei campi di sterminio, e prima ancora, delle folli parole d’ordine sui primati della razza, sugli orientamenti politici, religiosi e sessuali che li hanno resi possibili non abbiano mai più a ripetersi.

La condanna pressoché generale dello scempio di Mondovì, così come purtroppo di tanti altri che sempre più spesso si ripropongono in giro per l’Italia, è certamente un fatto importante per la nostra democrazia pur sapendo che in molti casi, anche a Mondovì, dietro le “granitiche condanne” si maschera una terribile ipocrisia di chi nel quotidiano non solo tollera ma sostiene con convinzione personalità, partiti e movimenti che sulla paura del diverso e del colore della pelle costruiscono le loro fortune personali e politiche.

Una inquietante analogia con il clima di odio e di disprezzo a lungo scientemente alimentato dai regimi nazi-fascisti per rendere non solo tollerabili ma condivise da buona parte del popolo l’assunzione delle leggi razziali. Da quel momento il passo verso i campi di internamento prima e la successiva criminale pianificazione e attuazione della soluzione finale per milioni di “diversi” è stata solo questione di tempo.

Sinistra Italiana Cuneo

 

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium