/ Attualità

Attualità | 03 febbraio 2020, 10:32

La "app" per il turista nata nelle Langhe sul palco del prestigioso TEDx

L’imprenditore albese Giorgio Proglio ha illustrato le potenzialità di tabUi alla più seguita tappa italiana della nota conferenza mondiale. Un progetto che, partito dalle colline Unesco, ora promette di arrivare "in tutta Italia entro l’estate del 2020"

Giorgio Proglio, imprenditore e ideatore del progetto tabUi, sul palco torinese del TEDx

Giorgio Proglio, imprenditore e ideatore del progetto tabUi, sul palco torinese del TEDx

"Partiti da Langhe, Roero e Monferrato, da tempo ci siamo allargati a Torino e al resto del Piemonte. Recentemente abbiamo aggiunto al territorio coperto dalla nostra applicazione la Valle d’Aosta, Milano, Firenze, Pisa e parte dell’Abruzzo. Di questo passo, entro l’estate 2020 saremo presenti in tutta Italia”.

La promessa è quella che arriva da Giorgio Proglio, giovane imprenditore albese, cofondatore della società ZetaBi, da poco più di un anno impegnato a fare conoscere sul territorio di mezza Italia l’ultima creatura nata negli uffici dell’azienda 2.0 da lui fondata insieme a Diego Battaglino.

Un’attività fervente per un progetto – quello di "tabUi" – nel quale Proglio e la sua squadra credono molto. Una 'app' gratuita che, grazie allo strumento della realtà aumentata, al coinvolgimento degli utenti e agli strumenti messi oggi a disposizione dalla tecnologia digitale, consenta al turista di orientarsi e migliorare la propria esperienza di visita in modo facile e intuitivo.

Di particolare rilievo il teatro dell’ultimo aggiornamento sugli ultimi sviluppi di questa innovativa creatura del digitale made in Langhe: nientemeno che l’appuntamento torinese del TEDx, il palco più importante d’Italia per una delle più conferenze più note a livello mondiale.  

Nata nel 1984 negli Usa, il TEDx oggi è presente in ogni continente con lo scopo di "dar voce a persone più o meno conosciute", con la missione di contribuire a divulgare "ideas worth spreading", idee che valga la pena di diffondere.
Negli anni sul suo palco sono saliti personaggi come Bill Gates, Bono degli U2, Bill Clinton, i cofondatori di Google Sergey Brin e Larry Page, fino a Papa Francesco, che nel 2017 inviò un proprio intervento video all’appuntamento di Vancouver: un appello ai potenti del mondo affinché vivano il proprio mandato con umiltà.  

Ma lo scopo delle conferenze TED è anche dar voce a persone meno note ma che, tuttavia, hanno fatto della loro vita un tema da raccontare, che siano in grado di lasciare, con la loro esperienza, un utile messaggio ai milioni di follower che ne seguono con passione gli interventi.

In Italia la conferenza più grande è sicuramente quella che si tiene nel capoluogo piemontese. Un periodico appuntamento che ieri, nella data palindroma del 02/02/2020, ha visto salire sul palco anche l’albese Proglio, autore di un’intervento da 12 minuti dove è stato raccontato il percorso che ha portato a ideare "una delle app più scaricate e utilizzate in Italia".

Giorgio ha raccontato le motivazioni che, "partendo dalle Langhe e da uno scontro in bicicletta", hanno portato alla nascita di tabUi. Da un sogno nella propria testa a una vera e proprio visione, fino ad arrivare a uno sviluppo fatto di amore per il territorio e tanta tecnologia.

Il talk è stato seguito da oltre 1.000 persone presenti al live negli spazi del Palavela, dove tutto l’intervento è stato registrato per poi essere messo a disposizione del popolo di Internet nelle prossime settimane.
Un orgoglio, quindi, per il nostro territorio con un progetto che parte con un nome locale, ma che piano piano sta diventando sempre più virale e italiano.

E. M.

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium