/ Eventi

Eventi | 13 febbraio 2020, 11:26

Saluzzo, in scena l’Estetista al Teatro Don Bosco

Sabato 15 febbraio, brillante commedia in piemontese della Compagnia “Scrussìa” di Pianfei. Settimo spettacolo della rassegna dialettale. Aperte le prenotazioni

il cast della Compagnia Scrussìa” di Pianfei

il cast della Compagnia Scrussìa” di Pianfei

 

“L’estetista” di Franco Roberto, commedia comicissima in tre atti tratta da “La gelosia si diverte” dello stesso autore, è il settimo spettacolo della rassegna teatrale “Don Bosco”. Va in scena sabato 15 febbraio alle 21, con il cast della Compagnia Scrussìa” di Pianfei.

Per prenotazioni telefonare al numero 3240431347 ore pasti giovedì, venerdì e sabato.

"Siamo negli anni ’70 –  spiega il regista- L'estetista è una professione (almeno nei piccoli paesi di provincia) ancora poco conosciuta, e soprattutto associata ad una clientela elitaria di “madame” di città: Ornella, signorina intraprendente, vuole a tutti i costi rivolgersi all’estetista per migliorare il suo aspetto, ma la sua famiglia è all’antica e non è d’accordo su queste novità.

Chiede aiuto quindi alla fidata Daniela (moglie dell’avvocato Corrado Montefiori) per fissare un appuntamento in casa dell’amica per questa consulenza. Ma ahimè il marito di Daniela è affetto da “gelosimania acuta contagiosa” e travisa il tutto; ne viene fuori un vortice incalzante di “qui pro quo”, bugie, litigi e battibecchi che coinvolgerà a turno tutti i personaggi.

Personaggi e interpreti: Ornella (Cristina Basso), Daniela (Ivana Bongiovanni), Michele (Ivano Garelli), Margherita (Federica Porro), Corrado (Claudio Blangetti), Filippo (Walter Blangetti), Gianfabio (Massimo Calcagno). Sussurratrice: Maria Rita Ferrero.

Storia della Compagnia  "Scrussìa” di Pianfei

La storia della  Compagnia comincia per caso nel dicembre 1994, quando nell’ambito dei progetti di una ricostituenda Pro loco, alcuni lanciarono l’idea di proporre degli spettacoli teatrali in dialetto piemontese. Il  13 maggio 1995 la compagnia (che nel frattempo grazie a numerose constatazioni nell’ambito delle prove si era anche trovata finalmente il nome di “Scrussìa”) calcava per la prima volta il palcoscenico del salone dell’oratorio di Pianfei.

Da allora sono passati 21 anni, si sono succeduti diversi attori, si sono prese alcune pause di riflessione, si sono portate in scena più di 16 commedie (di cui tre “produzioni proprie”) oltre a scenette e skacth, ma l’obiettivo rimane sempre lo stesso: portare in scena pezzi di vita quotidiana che opportunamente ironizzati e colorati con il nostro dialetto possono rivelare comicità inaspettate e regalare momenti di salutare buonumore.

Come disse un autorevole scrittore di testi teatrali: “Il teatro è vivo perché è la poesia della vita”.

 

vb

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium