/ Attualità

Attualità | 18 febbraio 2020, 11:32

"Lo stadio di Cuneo utilizzabile da aprile": stanziati dal Comune 15mila euro per interventi sull'impiantistica del "Paschiero"

Coinvolte le luci di emergenza, l'impianto audio e il gruppo di continuità; l'assessore ha risposto a un'interpellanza di Massimo Garnero: "Lo stadio è patrimonio di tutta la città"

I tifosi del Cuneo presenti in consiglio comunale

I tifosi del Cuneo presenti in consiglio comunale

Risale al 3 novembre l’ultima partita casalinga giocata dal Cuneo FC allo stadio “F.lli Paschiero” del capoluogo, che nelle ultime settimane risulta inutilizzabile e inutilizzato. La questione è stata portata in consiglio comunale a Cuneo nella serata di ieri (lunedì 17 febbraio) dal consigliere Massimo Garnero: “In quali tempistiche si potrà far tornare la squadra nel proprio stadio? Giocare lontano da “casa” per cause di forza maggiore potrebbe essere determinante in un campionato così equilibrato come quello di Terza Categoria”.

Una situazione, quella del “Paschiero” e della squadra della città, che come ha sottolineato il consigliere Nello Fierroriguarda tutti, è un fatto culturale”: “Serve uno studio definitivo per riqualificare la struttura e renderla utilizzabile, anche da altre realtà sportive che ne facciano richiesta”.

A rendere inutilizzabile lo stadio – come riportato dall’assessore Cristina Clerico nella sua risposta - è stata la necessità di alcuni interventi che coinvolgono le luci di emergenza, l’impianto audio e il gruppo di continuità: lavori che verranno concretizzati nelle prossime settimane e che per partire necessitavano però di una variazione di bilancio approvata proprio ieri sera (del valore di poco più di 15mila euro).

Lo stadio è di tutti, della città, e si sta cercando di riportarlo agli onori di un tempo – ha sottolineato Clerico - . Dopo gli interventi sul manto erboso dello scorso autunno, programmiamo di far tornare la struttura completamente fruibile a chiunque fosse interessato entro il prossimo mese di aprile”.

simone giraudi

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium