/ Cronaca

Cronaca | 18 febbraio 2020, 13:02

Voleva indietro 634 euro per un corso mai iniziato: stanca di aspettare, sfascia l'ufficio di un formatore di Cuneo

La responsabile, deferita all'Autorità giudiziaria, è una 54enne di Genova. Rischia fino ad un anno e mezzo di reclusione e 500 euro di multa. I soldi le sarebbero stati restituiti presto, era solo questione di tempo e adempimenti burocratici

Voleva indietro 634 euro per un corso mai iniziato: stanca di aspettare, sfascia l'ufficio di un formatore di Cuneo

Nei giorni scorsi le Volanti di Cuneo sono intervenute presso una ditta alle porte di Cuneo, specializzata in formazione aziendale nel campo immobiliare.

Il titolare, rientrato dalla pausa pranzo lo scorso giovedì 13 febbraio, si è infatti ritrovato la porta forzata e l'ufficio completamente sottosopra. I sospetti? A senso unico, in capo ad una donna che da tempo chiedeva, in modo insistente, la restituzione di 634 euro pagati per un corso mai iniziato.

I soldi le sarebbero stati restituiti nel giro di qualche giorno, ma la questione dipendeva da un'azienda terza, responsabile del corso non cominciato.

Telefonata dopo telefonta, i toni sono diventati sempre più accesi, fino alla minaccia: "Ho già lasciato un segno. Se giovedì non mi restituisci i soldi spacco tutto". E così è stato. 

Fatte le dovute indagini - in parte ancora in corso - tutti gli elementi raccolti hanno portato alla donna, una 54enne di Genova risultata irreperibile e deferita all'autorità giudiziaria per danneggiamento, violazione di domicilio ed esercizio arbitrario delle proprie ragioni.

Rischia fino ad un anno e mezzo di carcere e una sanzione di circa 500 euro.

Barbara Simonelli

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium