/ Sanità

Sanità | 19 febbraio 2020, 12:57

Pancreas, Microbiota, Epatite C e Trapianti: se ne parlerà a Cuneo nelle “VIII Giornate Gastro Epatologiche Cuneesi” (VIDEO)

Appuntamento venerdì 28 e sabato 29 febbraio presso lo Spazio Incontri della Fondazione CRC

Aldo Manca, direttore S.C. di Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva dell’A.O. S. Croce e Carle di Cuneo

Aldo Manca, direttore S.C. di Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva dell’A.O. S. Croce e Carle di Cuneo

 

Le malattie pancreatiche sono in costante aumento. Il cancro al pancreas è uno dei tumori più aggressivi: solamente in Europa fa oltre 95mila vittime all'anno e l'aspettativa di vita al momento della diagnosi è 4-6 mesi. In Italia il tasso di sopravvivenza a 5 anni è circa dell'8%, mentre a dieci anni è solamente del 3%. La ghiandola pancreatica, con le sue patologie e le tecniche interventistiche oggi a disposizione per la diagnosi e l’eventuale cura, sarà l’argomento di apertura delle “VIII Giornate Gastro-Epatologiche Cuneesi”, l’appuntamento biennale ormai consolidato di aggiornamento in Gastroenterologia, Epatologia ed Endoscopia Digestiva che si svolgerà a Cuneo venerdì 28 e sabato 29 febbraio presso lo Spazio Incontri della Fondazione CRC (via Roma, 15). Si parlerà però anche di tecniche di endoscopia avanzata, di microbiota intestinale, di trapianti e malattie epatiche, fino agli ultimi straordinari risultati ottenuti nella cura dell’epatite C.

Organizzato dalla S.C. di Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva dell’A.O. S. Croce e Carle di Cuneo, diretta dal dott. Aldo Manca, il convegno, patrocinato da Regione Piemonte, Provincia e Comune di Cuneo, A.O. S. Croce e Carle, Ordine dei Medici di Cuneo e dall’associazione i-EUS di ecoendoscopia, si avvale anche del sostegno della Fondazione della Cassa di Risparmio di Cuneo, della Banca Alpi Marittime e di Confartigianato Imprese Cuneo.

Parteciperanno in qualità di relatori oltre 70 medici specialisti provenienti da tutto il territorio nazionale in rappresentanza delle migliori strutture ospedaliere e atenei italiani, con particolare riferimento alle branche afferenti al sistema gastrointestinale.

Come nelle precedenti edizioni l’evento si distribuirà su due giornate suddivise in una serie di sessioni specifiche.

La prima giornata sarà aperta alle ore 8,30 da una sessione incentrata sull’eco-endoscopia interventistica del pancreas e delle vie biliari e sul ruolo diagnostico dell’ultrasonografia e della colangioscopia nelle patologie dell’albero biliare.

Seguirà un’ampia trattazione delle più recenti tecniche di endoscopia operativa avanzata del tratto gastrointestinale (mucosectomie, dissezioni endoscopiche sottomucose, dissezioni a tutto spessore, POEM ed endoscopia del terzo spazio).

Particolare attenzione verrà data al tema della Gastroenterologia Clinica e allo studio del Microbioma. Guarda l'intervista video:

 

Nel corso dell’evento, particolare attenzione sarà inoltre dedicata: all’istopatologia ed al management delle malattie infiammatorie croniche intestinali tramite l’uso di farmaci biologici e di ultima generazione; alla modulazione del microbiota intestinale attraverso i farmaci probiotici ed il trapianto fecale; al ruolo degli inibitori di pompa e degli altri farmaci gastroprotettori nella malattia da reflusso e nelle patologie ipersecretive del tratto gastrointestinale superiore; alle molteplici declinazioni dei disordini legati al glutine; alle malattie epatiche, al trapianto di fegato ed alle più recenti strategie per il raggiungimento dell’eradicazione dell’epatite da virus C.

E’ un appuntamento ormai tradizionale ed atteso dai tanti colleghi gastroenterologi di fama nazionale ed internazionale – sottolinea il dott. Manca, organizzatore dell’evento – Lo scopo è quello di fornire indicazioni diagnostiche e terapeutiche aggiornate, dando inoltre ampio spazio alla discussione, per consentire un approfondito dibattito tra tutti i partecipanti.

I relatori, scelti sulla base delle specifiche competenze professionali e scientifiche, forniranno, con dati e testimonianze, un panorama esaustivo sullo stato dell’arte della Gastroenterologia, una branca medica che più di altre in questi ultimi anni è stata protagonista di un rapido processo innovativo a livello diagnostico ed interventistico, con il supporto delle nuove tecnologie”.

redazione

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium