/ Attualità

Attualità | 20 febbraio 2020, 17:12

Alba, Municipale in borghese e foto-trappole nei luoghi sensibili per pizzicare chi sporca la città

L'abbandono abusivo di rifiuti al centro della stretta annunciata dall’assessore all’Ambiente Marco Marcarino, che punta a colpire anche chi getta a terra mozziconi di sigaretta o non raccoglie le deiezioni del proprio amico a quattro zampe

Rifiuti abbandonati sotto il ponte della tangenziale

Rifiuti abbandonati sotto il ponte della tangenziale

Una stretta su chi sporca la città. E’ l’intento dichiarato dall’assessore albese all’Ambiente e Sicurezza Marco Marcarino, che annuncia l’adozione di alcune misure volte a contrastare piccoli e grandi fenomeni di malcostume che mettono a dura prova il decoro cittadino.

Una battaglia di civiltà che parte da pessime abitudine quali quella di gettare a terra i mozziconi delle sigarette – particolarmente difficili da rimuovere tra i cubetti di porfido del centro città – o di abbandonare sui marciapiedi le deiezioni del proprio amico a quattro zampe, e che arriva alla sanzione di veri e propri reati, quali quelli rappresentati dall’abbandono di rifiuti e dalla discarica abusiva.

Sul primo fronte i peccatori – siano essi tabagisti maleducati o proprietari di cani poco inclini a utilizzare paletta e sacchetto – dovranno d’ora in avanti guardarsi dal rischio di venire pizzicati da agenti della Polizia Municipale di pattuglia per la città in abiti borghesi, pronti quindi a rivelarsi all’ignaro trasgressore solo una volta che questo sia caduto in un malvezzo tanto trascurabile quanto insopportabile, per chi abbia a cuore la conservazione di un contesto urbano che voglia dirsi civile.

E’ invece l’adozione di uno stock di foto-trappole la strada percorsa per contrastare l’abbandono di rifiuti lungo le strade, nelle campagne o in particolari zone della città. Un’abitudine ben peggiore e dal movente spesso inspiegabile, contro il quale la Polizia Municipale metterà in campo dispositivi che altrove hanno dato buoni risultati nell’individuazione e nella conseguente sanzione dei trasgressori.  

"Parliamo ovviamente di fenomeni dalla portata anche molto diversa tra loro – commenta l’assessore Marcarino –, ma che anche nelle loro manifestazioni meno impattanti dal punto di vista ambientale riteniamo sia utile intervenire in modo più attendo di quanto non sia stato fatto finora, per migliorare fattivamente il decoro della nostra bella città e insieme per lavorare alla costruzione di un più alto livello di coscienza civile e del rispetto della cosa pubblica".

 

Ezio Massucco

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium