/ Economia

Economia | 20 febbraio 2020, 09:05

Il variegato mondo dei carrelli elevatori: come orientarsi al meglio

I carrelli elevatori sono prodotti indispensabili in azienda e si utilizzano di norma per movimentare e/o stoccare oggetti pesanti

Il variegato mondo dei carrelli elevatori: come orientarsi al meglio

I carrelli elevatori sono prodotti indispensabili in azienda e si utilizzano di norma per movimentare e/o stoccare oggetti pesanti. Essi funzionano a batterie o a motore e possiedono un gruppo di sollevamento idraulico con delle forche che funzionano diversamente in base al modello ma che hanno un ruolo importantissimo.

A tre ruote o a quattro ruote, essi possono aiutare davvero il lavoro degli operatori in azienda e incidere, quindi, sulla produttività della stessa, sui costi operativi, sulla gestione ottimale dei prodotti. Ecco perché quasi tutte le aziende possiedono uno o anche più carrelli elevatori.

Come si sceglie il prodotto giusto?

Sul mercato ci sono moltissimi prodotti oggi e la scelta non è facile. Tutto dipende dall’utilizzo che si fa del prodotto. Prima di comprare un carrello ecco quindi che bisogna porsi delle domande e darsi delle risposte chiare: dove si utilizzerà il prodotto? Che tipo di pesi dovrà sollevare? Di che entità, peso e dimensione? In che direzione è più opportuno che si muovano le forche?

I vari prodotti si distinguono l’uno dall’altro per le funzionalità che definiscono poi spesso anche il prezzo, ecco perché è importante capire quali sono i compiti a cui il macchinario dovrà rispondere. Un rivenditore serio saprà comunque aiutarvi nella scelta del prodotto giusto al meglio: da Orzi Carrelli, uno dei punti di riferimento per la distribuzione di carrelli elevatori Parma, Fidenza, Reggio Emilia, Casalmaggiore e le zone limitrofe, lo faranno sicuramente.

Come orientarsi fra i diversi carrelli elevatori

Che tipo di motore?

Il prodotto può funzionare elettricamente, a combustione interna o essere un prodotto ibrido. Se si utilizza all’interno dei locali esso dovrà essere elettrico per non produrre scarichi irrespirabili, se è fuori invece si potrà anche scegliere un prodotto a combustione interna. In alternativa si potrà impiegare un ibrido. I macchinari elettrici sono normalmente meno ingombranti perché non hanno serbatoio, non richiedono grande manutenzione e sono poco rumorosi. Quelli a carburante hanno, però, una capacità di carico decisamente maggiore.

Retrattile o controbilanciato?

Il modello controbilanciato è adatto in caso si utilizzi il carrello per prodotti particolarmente pesanti. Un peso ubicato nella parte posteriore, infatti, ha il compito di stabilizzare il carrello facendo da contrappeso rispetto a quanto caricato sulle forche. I controbilanciati sono carrelli che vanno tuttavia impiegati su superfici lisce e non disomogenee. I modelli retrattili sono veloci e robusti e maneggevoli nel caso vadano impiegati in corsie strette come la logistica, i magazzini e dove si stoccano merci. Il contrappeso in tal caso è la parte di macchinario dove c’è l’operatore: è chiaro tuttavia che non si possono sollevare pesi eccessivi.

Tre o quattro ruote?

I carrelli controbilanciati possono essere a tre oppure a quattro ruote. Il primo è scelto da chi ha bisogno di un raggio di sterzata maggiore, mentre il quattro ruote da chi preferisce avere maggiore stabilità e ha necessità di qualcosa che possa sollevare carichi anche pesanti.

Direzione di movimento delle forche

Il carrello commissionatore è ottimo per lavorare nei magazzini e inforca anteriormente, quindi se la merce è stoccata lateralmente nella corsia di movimento del macchinario.

Il carrello elevatore articolato ha il porta forche ribaltabile che permette cioè di ruotarle. Esso è utilissimo dove lo spazio scarseggia o per caricare e scaricare, ad esempio, rimorchi. Il carrello elevatore laterale è per movimentare carichi che si devono prendere lateralmente poiché molto lunghi e ingombranti come le assi. Il carrello multidirezionale permette di muovere carichi in modo molto preciso in qualunque direzione, si usa quindi per carichi lunghi di vario tipo.



Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium