/ Attualità

Attualità | 21 febbraio 2020, 12:02

Saluzzo, si aprono nuovi spazi nella Casa Madre Teresa di Calcutta per persone in condizione di precarietà abitativa

Li inaugura domani il vescovo Cristiano Bodo. E’ l’’avvio del nuovo progetto della Caritas: polo dedicato all’abitare e alla costruzione di comunità

Saluzzo, Casa Madre Teresa: l'inaugurazione del dormitorio maschile nel 2018

Saluzzo, Casa Madre Teresa: l'inaugurazione del dormitorio maschile nel 2018

Sarà il Vescovo di Saluzzo, Monsignor Cristiano Bodo, ad inaugurare  domani, sabato 22 febbraio alle 10,45 i nuovi locali di “Casa Madre Teresa di Calcutta”.

La struttura della Diocesi, in via Sant’Agostino 27, diventerà un polo dedicato alle persone in situazioni di vulnerabilità, un nuovo servizio gestito dalla Caritas. Saranno infatti aperti gli ultimi due dei tre piani, destinati persone in diverse condizioni di precarietà abitativa, per rispondere alle tante richieste di una sistemazione che la Caritas diocesana riceve e alla necessità di percorsi di accompagnamento all’autonomia.

Il progetto era già stato avviato nel luglio del 2018, quando al piano terra il Vescovo aveva inaugurato un dormitorio maschile con 24 posti, gestito dal Presidio “Saluzzo Migrante”, destinato a persone in precarie condizioni abitative, sia migranti che lavorano come braccianti stagionali sia minori, malati, vittime di sfruttamento lavorativo, della tratta o persone colpite da gravi reati.

I lavori di ristrutturazione del primo e secondo piano, ultimati a gennaio, hanno permesso di continuare a sviluppare il progetto di un vero e proprio “polo dell’abitare”, inaugurando così un nuovo servizio gestito da operatori e volontari della Caritas, che avrà come referente il volontario Piero Bottiroli. Il primo piano verrà adibito all’accoglienza temporanea di 4 persone con problematiche alloggiative, per le quali verranno avviati specifici percorsi di consolidamento della propria autonomia (economica, linguistica, sociale...).

Il piano sarà condiviso insieme ad un custode della struttura che gestirà l’utilizzo degli spazi, compresa una sala polivalente. Il secondo piano, invece, sarà destinato ad ospitare temporaneamente famiglie in difficoltà: potranno essere ospitati due nuclei che saranno individuati attraverso il Centro d’Ascolto della Caritas.

Al completo potrà ospitare un massimo di 36 persone, compresa la figura del custode.  

“Casa Madre Teresa di Calcutta” vuole diventare inoltre un luogo di riflessione sul tema dell’abitare, aprendosi anche ad altre realtà del territorio legate al mondo della coabitazione solidale del cuneese attraverso momenti di sperimentazione e formazione.

“Casa Madre Teresa - sottolinea il Vescovo Cristiano Bodo - diventa una risorsa per affrontare in modo concreto la “via della perfezione”.

É la sintesi di tutta la vita cristiana: di ciò che si crede e di ciò che si fa. Per questo noi possiamo affermare come l’Apostolo: “Noi abbiamo riconosciuto l’amore che Dio ha per noi e vi abbiamo creduto” (Giovanni 4,16)".

“Se penso a questo progetto – afferma Don Giuseppe Dalmasso, direttore della Caritas diocesana di Saluzzo - non posso che ricordare la domanda che un giornalista fece un giorno a Madre Teresa: "Di chi è la responsabilità della povertà che trova sulle strade di Calcutta?" e la risposta fu “Tua e mia". Così è nata la nostra Casa Madre Teresa. Non diamo la colpa agli altri per la povertà che vediamo, ma prendiamoci la nostra responsabilità con i poveri del nostro territorio. Lavoreremo insieme a volontari adulti e in collaborazione con giovani legati in questi anni alle migrazioni. Aiuteremo, così come stiamo già facendo ora, migranti stagionali o italiani in difficoltà. Lo facciamo come Madre Teresa, come Caritas, con la comunità saluzzese.”

L’inaugurazione avverrà sabato 22 febbraio alle ore 10,45 in via Sant’Agostino 27 alla presenza del Vescovo di Saluzzo Mons. Cristiano Bodo, del direttore della Caritas Diocesana Don Giuseppe Dalmasso e del referente del progetto Piero Bottiroli.

 

C.S.

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium