/ Cronaca

Cronaca | 21 febbraio 2020, 17:18

Cuneo, si era autoaccusato di aver nascosto droga nella cantina di un nightclub: condannato a un anno di reclusione per autocalunnia

I fatti risalgono al 2018, il gestore del locale era stato condannato a cinque anni e dieci mesi

Cuneo, si era autoaccusato di aver nascosto droga nella cantina di un nightclub: condannato a un anno di reclusione per autocalunnia

Nel febbraio 2018 gli uomini della Squadra Mobile avevano arrestato V.B., trovato in possesso di dosi di cocaina e marijuana, nascoste in una cantina attigua ad un nightclub di Cuneo. I cani antidroga aveva fiutato e scovato 105 grammi di cocaina e 490 grammi di marijuana, oltre all’attrezzatura necessaria per il confezionamento. Qualche mese dopo B.V. era stato condannato con rito abbreviato a 5 anni e 10 mesi di reclusione.

Oggi, per la stessa vicenda, il tribunale di Cuneo ha condannato ad un anno di reclusione per autocalunnia Y.Z., di nazionalità albanese.

Nell’aprile 2018 l’imputato, appena scarcerato dopo aver scontato una condanna per aver ceduto della cocaina ad un amico, aveva detto agli inquirenti di essere stato lui a nascondere le dosi durante l’esecuzione di alcuni lavori nei locali del night, all’insaputa di V.B., che aveva conosciuto tempo prima in carcere.

Nel suo racconto erano emerse alcune incongruenze, a partire dal posto diverso in cui era stata trovata la sostanza stupefacente”, ha spiegato il vice questore davanti al giudice. Aveva anche raccontato di aver saputo dell’arresto di V.B. mentre si trovava in carcere da un detenuto marocchino, ma non era vero. E di aver acquistato la droga da un connazionale a Torino, del quale non voleva dire il nome perché aveva paura. Verificammo che invece non aveva avuto nessun contatto con quello, e che anzi non si era spostato da Cuneo”.

Monica Bruna

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium