/ Agricoltura

Agricoltura | 25 febbraio 2020, 19:30

Emergenza Coronavirus, prime disdette negli agriturismi: Coldiretti chiede l'attivazione di misure di sostegno per le imprese di settore

Stefania Grandinetti: "Certo, la preoccupazione degli operatori agrituristici è tangibile visto il positivo riscontro che, da sempre, ha in Piemonte il settore anche per una valenza culturale ed ambientale"

Foto generica

Foto generica

L’emergenza sanitaria in atto si sta facendo sentire, con i primi segnali, già nello scorso fine settimana e ora con disdette delle prenotazioni nel settore agrituristico – commenta Stefania Grandinetti presidente regionale di Terranostra -. Da nord a sud del Piemonte le oltre 300 strutture stanno ricevendo le prime chiamate per annullare, soprattutto dai turisti stranieri, i pernottamenti, i pranzi e le cene, oltre a vari momenti conviviali. Certo, la preoccupazione degli operatori agrituristici è tangibile visto il positivo riscontro che, da sempre, ha in Piemonte il settore anche per una valenza culturale ed ambientale. Il calo di presenze genererà, in termini economici, per gli agriturismi e per l’indotto, un grave danno”.

Coldiretti Piemonte chiede che venga predisposto, anche per queste importanti realtà del settore agrituristico,  un piano di aiuti e di interventi che consenta il sostegno immediato alle imprese, attraverso sgravi fiscali, contributivi ed il rinvio di pagamenti, per dare una boccata d’ossigeno agli imprenditori, al fine di favorire una pronta ripresa dell’operatività del comparto.

comunicato stampa

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium