/ Monregalese

Monregalese | 26 febbraio 2020, 19:14

La Polisportiva Real Battifollower "pungola" l'amministrazione comunale di Battifollo

Per il presidente: "E' una buona occasione per rilanciare il paese, attraverso lo sport ed il turismo"

La Polisportiva Real Battifollower "pungola" l'amministrazione comunale di Battifollo

E’ dalla fine del 2018 che la Polisportiva A.S.D. Real Battifollower si sta impegnando per il rilancio del piccolo paesino di campagna di Battifollo, in provincia di Cuneo, attraverso lo sviluppo e la diffusione, in primis, di diverse attività sportive. Questo dovrebbe avvenire attraverso l’applicazione dei precetti di quello che attualmente suole definirsi “turismo esperienziale”, soprattutto attraverso la pratica e l’insegnamento di diverse discipline sportive, da svolgersi principalmente all’aperto e a diretto contatto con la natura, nonché di attività ludiche e turistiche, in sinergia fra loro.


Tutto ha avuto inizio dalla volontà di realizzare un campo sportivo in sicurezza da adibire principalmente alla pratica del tiro dinamico sportivo, disciplina che negli ultimi anni sta vivendo un repentino sviluppo, peraltro da subito apprezzata sul territorio vista la spiccata propensione venatoria dei suoi abitanti.


Le preliminari riunioni intercorse per pianificare il Progetto hanno determinato gli ideatori, ovvero il Consiglio direttivo dell’A.S.D. e l’allora Amministrazione comunale, a valutare anche i potenziali vantaggi di inglobare, in quello che poi verrà denominato appunto “Progetto Battifollower”, la gestione diretta del campeggio e del bar del paese (gestioni entrambe abbandonate a fine 2018), nonché delle strutture sportive già esistenti, così come di realizzarne di nuove, funzionali alle necessità e competenze dell’A.S.D.; il tutto al fine di sviluppare un più ampio ed organico piano di ripresa per il paese.


La tipicità del Progetto risiede nel fatto che esso punta ad assicurare alla collettività residente luoghi idonei destinati alla convivialità, sportiva e/o ricreativa, nonché a far conoscere ed apprezzare la piccola realtà di Battifollo attraendo persone estranee al territorio per il tramite delle diverse pratiche sportive. In particolare quest’ultimo profilo porterebbe degli ovvi vantaggi, sia agli abitanti che alle attività commerciali esistenti, ad esempio, stimolando il settore immobiliare e le attività produttive in loco o limitrofe, nonché finanche generando l’eventuale nuova creazione di ulteriori attività.


Per perseguire al meglio tali obiettivi la Polisportiva, rinnovando il proprio Statuto, ha creato al suo interno addirittura 16 Sezioni sportive, tenendo conto sia delle reali condizioni logistiche del luogo sia delle disponibilità alla collaborazione offerte da altre Associazioni già conosciute.


Allo stato, Real Battifollower può contare sulla gestione di un campo sportivo (per la pratica del calcio a 7, del softball, del fistball e della ginnastica), di due campi da bocce, di un’area ludica ricreativa per i più piccini e di un circolo riservato agli associati. Presso quest’ultimo è stata creata una piccola biblioteca gratuita e due tavoli sono riservati per il gioco delle carte.


Con l’avvio della nuova legislatura, così come largamente concordato, anche l’Amministrazione comunale entrante avrebbe dovuto proseguire nell’alveo della strada intrapresa, ma ciò non è avvenuto appieno. Infatti, la Polisportiva sta ancora attendendo di portare a compimento tutti gli iniziali propositi, ovvero come già comunicato dal giugno 2019 ricevere in comodato d’uso gratuito la gestione del campeggio Cian del Mond, nonché l’autorizzazione necessaria per l’apertura del campo di tiro, stanti le positive perizie balistica e fonometrica, eseguite già nell’estate sempre del 2019.


Oltretutto, nelle iniziali previsioni vi era anche la realizzazione di un campo per il tiro alla fune e di un campo da beach volley, nonché la costruzione di una struttura atta alla pratica del calistenics, tutte attività per le quali l’A.S.D. si era già spesa, nonché effettuare tutti quei lavori di miglioramento e manutenzione necessari alla sicurezza ed alla valorizzazione delle strutture esistenti. In tale contesto ci si augura che la Giunta comunale voglia dar finalmente seguito a quanto preliminarmente concordato, puntando pertanto il proprio focus sulle strutture effettivamente necessarie, impiegando pertanto i denari pubblici per manufatti utili e necessari allo sviluppo del Progetto.


Alle attività già consolidate come il trail running, del quale lo scorso anno si è svolta a Battifollo la Zero edition con ottimo successo, ed il softball per il quale come già avvenuto in passato si cercherà di organizzare il Campionato Nazionale, la Polisportiva sta puntando molto sullo sviluppo di due attività, il fistball e la ginnastica. Per quanto concerne la prima Real Battifollower sta organizzando la seconda squadra italiana praticante tale disciplina, al momento molto conosciuta nei paesi del nord Europa; mentre, per quanto riguarda la ginnastica, unitamente e con l’aiuto dell’Ente di promozione sportiva C.S.E.N., la Polisportiva sta sviluppando una propria metodologia di allenamento, denominata T.M.T. (Traditional Military Training), un sistema di allenamento a corpo libero all’aperto, mirato al miglioramento del benessere psico-fisico attraverso un lavoro cardiovascolare e muscolare, costituito da movimenti derivanti dalla preparazione atletica tradizionale e militare, rielaborati per ottenere la massima efficienza e la massima resa in maniera coordinata, funzionale e naturale, miranti a creare stimolo e sviluppo alle diverse capacità reattive muscolari e motorie, nonché alle capacità coordinative ed esplosive, che potrà rappresentare un ottimo allenamento propedeutico alla difesa personale ed al tiro dinamico sportivo.


Nonostante la buona idea di tale innovativo Progetto, l’iniziale entusiasmo degli associati della Polisportiva e delle altre A.S.D. coinvolte quali fruitrici e co-organizzatrici degli eventi in programmazione, purtroppo negli ultimi mesi si è alquanto affievolito poiché essi registrano un atteggiamento quantomeno sfuggente da parte dell’interlocutore pubblico, sicuramente anche solo sotto il profilo delle comunicazioni e della trasparenza. L’Amministrazione comunale infatti mantiene un inspiegabile riserbo sulle proprie iniziative non esplicitando le reali intenzioni in merito. Real Battifollower, nelle parole del suo Presidente Giuseppe Pirosu, auspica: “Spero che l’attuale Amministrazione mantenga fede alle parole date ed agli impegni assunti al suo insediamento, e pertanto voglia perseguire realmente e fattivamente il Progetto realizzando tutte le opere già concordate, nonché come da pregressi accordi conceda in comodato d’uso gratuito le strutture in parola, in specie il campeggio, a beneficio soprattutto dei nostri associati, che solamente lo scorso anno sono stati circa 230 e che qualora dette attività dovessero partire sono sicuramente destinati ad aumentare in modo esponenziale. Ciò consentirebbe di stringere e finalizzare gli accordi con gli sponsor interessati allo sviluppo delle attività, nonché consentirebbe altresì di calendarizzare adeguatamente tutte le previste iniziative. Colgo l’occasione per ringraziare pubblicamente il Consigliere regionale Paolo Bongiovanni, Presidente della VI Commissione, che si sta attivamente spendendo per cercare di portare a compimento il nostro Progetto nella sua interezza.”.


Il “Progetto Battifollower” si rivela interessante anche sotto un altro profilo quello per cui, essendo l’A.S.D. priva di scopo di lucro e potendo pertanto contare su un regime fiscale agevolato, le entrate derivate dalle iniziative sportive, sociali e turistiche, sarebbero tutte interamente destinate a perseguire lo scopo istituzionale della medesima e quindi volte ad organizzare eventi di natura sportiva, lanciare l’attività dell’A.S.D., valorizzare Battifollo ed il suo territorio, acquisire le attrezzature necessarie per migliorare i servizi, le attività sportive e ricreative.


Si evidenzia che il fulcro dell’intero Progetto è l’apertura del campo sportivo in sicurezza da destinarsi principalmente alla pratica del tiro dinamico sportivo; esso è stato realizzato su un terreno comunale, ancorché a destinazione agricola, ed i lavori di sbancamento e movimento terra sono stati pagati con denaro pubblico e sono stati ultimati già nel giugno 2019. Contrariamente agli altri nuovi impianti in previsione, per i quali chiaramente sono necessari i previsti appalti e pertanto vi sono inevitabilmente da affrontare delle lungaggini burocratiche, l’inspiegabile procrastinarsi delle autorizzazioni necessarie per consentire l’uso di questo campo, già grandemente ultimato, nonché comunque della sua formale regolarizzazione, rende alquanto indecifrabili gli intenti del Comune. Peraltro, sempre nelle parole del Presidente della Polisportiva: “A 8 mesi dall’ultimazione dei lavori, duole riscontrare che purtroppo non si riesce ancora ad addivenire all’apertura del campo di tiro, il quale poteva ben diventare il fiore all’occhiello dell’intero Progetto e sicuramente avrebbe calamitato numerosi appassionati. La nostra A.S.D. si era pure attivata per avvicinare a tale sport i più piccoli, chiaramente nei limiti delle vigenti leggi, poiché esso a nostro avviso rappresenta un ottimo esempio di rispetto delle regole, che sono fondamentali in qualsivoglia pratica sportiva ma ancor più nella vita.”.


L’intraprendenza del Consiglio direttivo della Polisportiva ha peraltro consentito di stringere preliminari accordi con alcune prestigiose aziende nazionali. Un esempio fra tutti, qualora venga velocemente autorizzato l’utilizzo del campo di tiro, presso detta struttura verrebbero organizzati alcuni corsi di tiro di sicurezza da parte della Beretta Academy. Inoltre, notizia degli ultimi giorni, sono già stati presi accordi preliminari per organizzare a Battifollo la festa popolare del popolo Tartaro “Sabantuy”, evento sostenuto dal Congresso dei Tartari d’Europa e dal Ministero della Cultura della Repubblica Tartastan (Federazione Russa). Gli eventi in programma sono veramente molti, ma chiaramente, anche solo queste due iniziative citate darebbero lustro ed una visibilità non comune a Battifollo.


In conclusione, il “Progetto Battifollower” rappresenterebbe un valido esperimento per verificare opzioni alternative volte a mantenere in vita e sviluppare paesini di montagna isolati, afflitti come noto dal più che attuale e concreto problema dello spopolamento. Anche qui un esempio per tutti, l’eventuale chiusura del Circolo comporterebbe il venir meno dell’unico spazio ricreativo per le persone del paese quale luogo di ritrovo per la lettura dei quotidiani, per il gioco serale delle carte, etc. Parimenti, il Progetto consentirebbe altresì di reperire e mettere a disposizione idonei spazi ed attrezzature per la pratica di diverse discipline sportive, sì da fornire nuovi ed ulteriori luoghi ricreativi, favorendo la conoscenza e la diffusione di pratiche sportive meno conosciute, creando un circuito di sana socializzazione, nonché più salutari stili di vita soprattutto per i più giovani.


L’auspicio è che l’Amministrazione comunale possa riservare un’attenta considerazione ad un progetto così innovativo ed interessante per la nostra Regione, e pertanto voglia provvedere a fornire soprattutto adeguate e celeri risposte a chi volontariamente si dedica allo sviluppo di tali iniziative, dando altresì l’opportunità alla popolazione locale di comprendere appieno i benefici effetti della messa a regime del menzionato Progetto.


Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium