/ Curiosità

Curiosità | 28 febbraio 2020, 12:44

Ha soccorso e salvato una 12enne sulle piste di Prato Nevoso: per l'agente di Polizia Massimo Bo encomio pubblico a Saluzzo

L'agente aveva fatto da scudo ad una ragazzina francese scivolata sull’orlo di un precipizio

Massimo Bo ( foto tratta dal profilo facebook)

Massimo Bo ( foto tratta dal profilo facebook)

Encomio pubblico a Massimo Bo, saluzzese, 30 anni agente della Polizia di Saluzzo, per aver fatto da scudo ad una ragazzina francese di 12 anni, Pauline, caduta dagli sci a Prato Nevoso il 20 gennaio scorso, scivolata, dopo aver sfondato le barriere di protezione sull’orlo di un precipizio di oltre 50 metri. Su questo fondo ghiacciato si era fermata tenendosi ad un arbusto. 

L’agente, sportivo, scalatore, appassionato di sport invernali che stava sciando sulla stessa pista, è immediatamente intervenuto in suo soccorso. Senza pensare un attimo ai rischi che poteva correre si è portato con gli sci accanto a lei, facendole  da scudo a fino all’arrivo dei soccorsi.  

L’agente ha poi aiutato i soccorritori ad imbragare la ragazzina e insieme sono stati tratti in salvo. Pauline lo aveva poi cercato nei giorni successi per ringraziarlo.

Mario Sartori responsabile delle piste di prato Nevoso lo aveva segnalato per un riconoscimento pubblico. 

Così è avvenuto. Ecco le parole scritto nell’encomio della città di Saluzzo all’agente di Polizi: “A Massimo Bo per il gesto compiuto il 20 febbraio 2020 a Prato Nevoso. Scegliere il bene altrui anteponendolo al proprio più la più nobile delle virtù. Tale virtù è rara e dimora in persone di umanità non comune. Di costoro il mondo ha grande bisogno. A Massimo Bo va la profonda stima mia e della cittadinanza tutta, per il coraggio di mostrato e l’esempio di inestimabile generosità verso il prossimo”.

vilma brignone

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium