/ Attualità

Attualità | 12 marzo 2020, 09:46

Mondovì, sostiene l'esame orale della maturità per la terza volta: promossa

Lieto fine per la vicenda della studentessa monregalese bocciata la scorsa estate e anche in occasione della ripetizione del colloquio di novembre. L'esito finale è stato di 63/100

Mondovì, sostiene l'esame orale della maturità per la terza volta: promossa

Si chiude con il lieto fine la vicenda della studentessa di Mondovì che per tre volte ha sostenuto la prova orale dell'esame di stato. Nel pomeriggio di ieri, mercoledì 11 marzo 2020, la giovane ha affrontato nuovamente il colloquio della maturità di fronte a una commissione inedita e questa mattina è giunto l'auspicato verdetto: 63/100 e porte dell'università che si schiudono immediatamente per lei.

Già nelle scorse ore le sensazioni raccolte al termine dell'esame erano positive, con l'avvocato della giovane, Enrico Martinetti, che ha asserito: "Credo che l'esame sia stato superato, si è svolto in un clima disteso e la candidata è stata messa a suo agio". Nonostante, aggiungiamo noi, le disposizioni per la tutela della salute adottate dal liceo linguistico, che, in tempi di Coronavirus, ha fatto rispettare con l'ausilio di un medico le distanze di sicurezza fra i presenti.

Il colloquio è durato all'incirca 75 minuti ed è stato preceduto nei mesi scorsi da due ricorsi al Tar (persi) e da due appelli al Consiglio di Stato, che, in entrambi i casi, ha ravvisato vizi di procedura, disponendo il rifacimento dell'esame. "Da ultimo - ha aggiunto l'avvocato Martinetti - il Consiglio scolastico regionale ha disposto anche rinnovo integrale della commissione per garantire serenità".

Alla maturità hanno assistito la madre della studentessa monregalese, un sindacalista in rappresentanza dei docenti, il legale della (quasi) ventenne e il preside dell'istituto, Bruno Gabetti.

Alessandro Nidi

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium