/ Al Direttore

Al Direttore | 21 marzo 2020, 17:16

Crisi sanitaria, la federazione provinciale di Fratelli d'Italia: "Servono azioni incisive per tutelare l'intero tessuto produttivo"

Riceviamo e pubblichiamo

Foto generica

Foto generica

Gentile Direttore,

l’attenzione di questi giorni e di queste ore, da parte di tutto il Paese, è sull’emergenza sanitaria Coronavirus. Ma c’è un’altra emergenza che rischia di passare drammaticamente in secondo piano: il virus non è solo pericolosissimo per la salute, ma anche per la nostra economia.


Pensiamo a quell’economia “reale” fatta di lavoratori autonomi, artigiani, studi professionali, ma non dimentichiamo nemmeno il comparto turistico, le strutture ricettive, e a cascata, a scendere, fino alle famiglie stesse. Tutti già in profonda difficoltà, in un sistema economico che si è dimostrato essere fragile e che rischia seriamente di non riuscire a reggere l’impatto della situazione che si sta delineando.


Gli aiuti vengono assicurati, ma al momento solo a parole: urgono invece soluzioni concrete, iniezioni di liquidità, che in questo momento non si sono ancora viste e non si sa se saranno effettivamente operative, né quando. Il sistema del credito se ne dovrebbe far carico con garanzie reali dello Stato.


Temiamo che il peggio debba ancora venire: sarà sicuramente a fine mese, quando si dovranno effettuare i pagamenti, e in molte realtà saranno assenti le dovute coperture per i mancati incassi. Tante aziende andranno in difficoltà e se la situazione dovesse perdurare potrebbero precipitare in una caduta vorticosa fino al dramma della chiusura.  Una realtà di cui purtroppo, oggi, ben pochi sembrano essere consapevoli.

La Federazione Provinciale Fratelli d’Italia - Cuneo

Al Direttore

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium