/ Attualità

Attualità | 25 marzo 2020, 19:46

Alba, dalle mascherine per gli anziani al ripristino dei mercati: le richieste del Pd al sindaco Bo

Anche il sostegno agli affitti, un numero di sostegno psicologico per le persone più sole e il rinvio delle tasse comunali tra le proposte contenute in una lettera aperta inviata al primo cittadino

Alba, dalle mascherine per gli anziani al ripristino dei mercati: le richieste del Pd al sindaco Bo

“La solidarietà più sincera nei confronti di tutti gli albesi malati, delle loro famiglie e di coloro che, per lavoro o volontariato, sfidano la malattia per accudire tutti noi”. E insieme una serie di proposte riguardanti sette particolari ambiti, per i quali, “in spirito di collaborazione, sentiamo il bisogno di contribuire allo sforzo comune proponendo alcune iniziative che la città potrebbe promuovere, anche sfruttando la disponibilità concreta degli scriventi”.

Sono i contenuti della lettera aperta che il locale circolo del Partito Democratico, insieme al gruppo dei Giovani Democratici, ha inviato questa mattina all’attenzione del primo cittadino albese Carlo Bo tramite una lettera aperta. Una missiva con la quale la forza del centrosinistra cittadino esprime "vicinanza all’Amministrazione albese, attiva in particolare attraverso l’Unità di Crisi",

"Abbiamo apprezzato alcune azioni intraprese – continua la lettera – come la sospensione del pagamento delle strisce blu, l'attenzione rivolta alle persone più fragili attraverso il numero telefonico per la consegna della spesa a casa, come anche la compilazione dell'elenco delle attività alimentari che effettuano consegne a domicilio. In spirito di collaborazione, sentiamo il bisogno di contribuire allo sforzo comune proponendo alcune iniziative che la Città potrebbe promuovere, anche sfruttando la disponibilità concreta degli scriventi".

A seguire le sette proposte, o richieste. In primis quella che Alba si faccia promotore coi sindaci del territorio di un censimento delle attività produttive dell’Albese ancora attive, presupposto per un’opera di sensibilizzazione a mantenere operative solamente quelle davvero essenziali, così da non vanificare lo sforzo che tutto il Paese sta compiendo in questi giorni.

Poi si chiede che il Comune si attivi nel sostegno agli affitti, "attraverso l'aiuto nella rinegoziazione con i locatari dei canoni scaduti e a scadere nei prossimi mesi" per le famiglie più in difficoltà; la sospensione delle rette dell’asilo nido e  la proroga dei termini e delle scadenze tributarie comunali, insieme al rafforzamento del fondo di solidarietà comunale destinato al contenimento delle imposte e delle addizionali locali".

Ancora, l’attivazione di un numero di sostegno psicologico gratuito a favore soprattutto degli anziani ("vi sono validi psicologi e psichiatri libero professionisti che gratuitamente offrirebbero la loro competenza e professionalità. Alcuni hanno già manifestato la propria disponibilità") e la distribuzione alla cittadinanza di mascherine ("da reperire e distribuire gratuitamente a domicilio, almeno alle persone più anziane e più a rischio").

Poi il ripristino dei mercati cittadini, nella convinzione che "adeguatamente organizzati e monitorati – magari con l’aiuto della Protezione civile – rispetto ai limiti e alle prescrizioni di sicurezza, siano una risorsa utile, prossimale e a prezzi più contenuti".

Infine "l’urgenza di attivarsi da subito verso la Regione per attivare un servizio urbano di trasporto da e verso il nuovo nosocomio", prossimo all’apertura quale "covid hospital" regionale.

"Ci siamo limitati ad alcune proposte – si conclude la lettera –, principalmente per manifestare la nostra piena disponibilità a collaborare per vincere la battaglia contro il Covid 19. Tornerà presto il momento dei confronti politici, ma ora dobbiamo lavorare tutti insieme per il bene comune, senza tornaconto di parte, senza retorica, senza paura".

Redazione

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium