Cronaca | venerdì 31 ottobre 2014 13:43

Newsletter

Iscrivendomi acconsento al trattamento dei dati personali secondo le norme vigenti.

Cerca sul sito

Vai all'archivio ›

Cerca nel web

Cronaca | mercoledì 01 febbraio 2012, 14:20

Abuso d'ufficio per il sindaco di Castellino Tanaro: iniziato questa mattina il processo

Condividi |  

Ma dopo mezz'ora è stato interrotto: il Collegio ha riscontrato un errore formale nel decreto di rinvio a giudizio e ha trasmesso gli atti nuovamente al GUP

Il comune di Castellino Tanaro

E' iniziato e si è interrotto quasi subito, questa mattina a Cuneo, il processo contro Bruno Roà, sindaco di Castellino Tanaro, imputato per abuso d'ufficio. I fatti si riferivano alla costruzione di un impianto fotovoltaico al confine fra i comuni di Castellino e Ceva, su un terreno di proprietà dei fratelli del sindaco e sottoposto a tutela paesaggistica. Roà avrebbe dovuta astenersi dal partecipare alla Conferenza dei Servizi come sindaco e responsabile dell'ufficio tecnico del comune, perché fratello dei proprietari del terreno. Una parte di tale terreno, inoltre, si trovava ad una distanza inferiore di 150 metri dal torrente Argiola, con carattere di alveolo pubblico, e per esso non era stata rilasciata un'apposita autorizzazione.

Ad istruttoria dibattimentale iniziata, dopo aver ascoltato il primo teste del pm, un Giudice a latere del Collegio ha però rilevato un errore formale nella stesura dell'imputazione nel decreto che disponeva il giudizio.

Pertanto il Tribunale, riscontrata l'ipotesi di nullità dell'ordinanza di rinvio a giudizio, ha dichiarato la nullità del decreto stesso ed ha disposto che gli atti siano trasmessi nuovamente al GUP.

Insomma, si ricomincia tutto da capo.

Monica Bruna

Hai fatto mi piace
su Facebook?

Consulta l’Archivio delle notizie di TargatoCn ›
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Link Utili|Scrivi al Direttore