/ Fossanese

Fossanese | 28 giugno 2010, 15:13

A Fossano, in consiglio comunale, è scontro sul cimitero

Rinviato al prossimo Consiglio l’Odg sul regolamento cimiteriale. Opposizione critica verso l'operato della maggioranza. Nuove norme per la sepoltura delle persone di religione islamica

Immagine di repertorio di un cimitero islamico

Immagine di repertorio di un cimitero islamico

Ancora scontro tra maggioranza e opposizione all’ultimo Consiglio comunale. E’ stato rinviato alla prossima seduta l’ordine del giorno riguardante la modifica del piano regolatore cimiteriale, con particolare riferimento all’area dedicata alle persone di fede islamica. Il capogruppo del Pdl Giacomo Pellegrino ha fatto presente di aver chiesto di rinviare l’approvazione dell’odg riguardante la modifica e le integrazioni del regolamento di Polizia Mortuaria perché i documenti per la consultazione non gli erano stati forniti in tempo utile. “Quando siamo andati all’Ufficio Organi collegiali - ha dichiarato il Consigliere Pdl Angelo Mana - i documenti non erano disponibili, quidi non approviamo un ordine del giorno di cu non abbiamo potuto prendere visione”. Il sindaco Balocco: ”La  procedura prevede che gli atti vengano visionati nella sala Giunta. Quì si mette in dubbio la funzionalità degli uffici”.

Il nuovo regolamento cimiteriale, per venire incontro alle esigenze delle persone di fede islamica, ha apportato una variante che prevede l’uso temporaneo per 99 anni, rinnovabile, di fosse per inumazioni singole di defunti di fede islamica. Le persone aventi diritto sono solo quelle residenti a Fossano e hanno un’area a loro destinata.

Avevamo chiesto se la destinazione di un'area per i musulmani comportava delle norme differenziate - ha sottolineato Mana - e ci è stato risposto di no. Ci siamo fidati e abbiamo sbagliato”.

Il Pdl durante la seduta ha sollevato perplessità sulla clausola che permette solo ai residenti a Fossano di accedere all’area sostenendo che questo potrebbe comportare un aumento di richieste di residenza da parte di persone di fede islamica per poter fruire dell’area.

Il sindaco Francesco Balocco: “Il cimitero non è un luogo sacro, è un luogo laico, dove ogni persona deve essere accolta, non è né cattolico né musulmano. Le persone di fede islamica pagano l’inumazione per 99 anni. Abbiamo previsto un rinnovo dopo i 99 anni perché il loro credo non prevede l’esumazione. I bambini sotto i 10 anni non pagano - ha proseguito Balocco -. Se avete intenzione di fare inumare le salme, ditelo subito”.

L’area cimiteriale individuata e adibita alla fede islamica è stata predisposta in occasione della morte del piccolo Soufian El Karroumi, deceduto circa un mese fa in seguito ad un incidente stradale. La Comunità Islamica chiedeva da tempo un area preposta. La discussione si è ancora protratta a lungo. Il Consiglio Comunale ha deciso di  rimandare, come da richiesta del Pdl, l’Ordine del giorno alla seduta di luglio.

Antonella Balocco

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di Targatocn.it su WhatsApp ISCRIVITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium