/ Atletica

Atletica | 14 settembre 2010, 15:16

Messico: Giovanna Tiano e Alberto Mondino in azzurro al Mondiale di Atletica per atleti con sindrome di Down

I due atleti cuneesi della Sportiva Vivalda sono rientrati ieri dal Messico con un bagaglio di grandi soddisfazioni

La delegazione Italiana

La delegazione Italiana

Sono tornati ieri sera dal Messico gli atleti della società sportiva Gabriella Vivalda Giovanna Tiano e Alberto Mondino, reduci dall'avventura del primo Mondiale di Atletica per atleti con sindrome di Down. Le gare si sono svolte a Puerto Vallanta (Messico) dal 7 al 12 di settembre.

Tra i 10 atleti convocati, fior fiore dell'atletica italiana classe c21 (agonisti con sindrome di Down), spiccano i due cuneesi Giovanna è di Genola e Alberto di Fossano. Giovanna ha gareggiato nei 200 mt, nei 400 mt e staffetta 4x100; Alberto nel getto del peso. Gli atleti sono stati accompagnati dallo staff FISDIR e dal capodelegazione Marco Borzacchini, nella doppia veste di presidente FISDIR e IAADS (International Athletic Association for Persons with Down syndrome). Tra i tecnici anche Daniela Zuzio di Fossano, preziosa allenatrice della Sportiva Vivalda, convocata anche lei dal Nazionale.

Il livello degli atleti era davvero sorprendente. Da segnalare la prestazione di Giovanna, che nella terza frazione della staffetta le  ha riportate dal terzo al primo posto, consegnando il testimone con circa 15 metri di vantaggio sui secondi.  A conti fatti, il team Italia si è portato a casa quattro oro (Silvia preti nel giavellotto femminile, la staffetta 4x100 femminile composta da Preti, Pertile, Tiano e Bonfanti, Gabriele Rondi nel salto in lungo femminile e appunto Giulia Pertile nel lungo femminile), 2 argento (4 x100 Maschile e Michele Zugno negli 800 piani) e 3 medaglie di bronzo (Pertile e Casarin sui 100 metri, Zugno sui 400 metri piani).

 Il Presidente Federale e Capo Delegazione Marco Borzacchini  ha commentato: “Abbiamo battuto in molte gare il Brasile, il Portogallo, il Messico, colossi nella classe 21 in atletica (dedicata agli atleti con sindrome di Down). Questa messicana è stata la prima, positiva esperienza, ma credo che linea tracciata sia importante per capire l'importanza e le potenzialità della classe 21 ”.  

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium