/ Attualità

Attualità | 14 marzo 2011, 10:20

La Giunta di Revello sponsorizza e paga i “pannolini lavabili”

L’uso dei vecchi “usa e getta” produce 30 tonnellate di rifiuti non degradabili

La Giunta di Revello sponsorizza e paga i “pannolini lavabili”

Tra i comuni più virtuosi fra quanti danno corpo alla Comunità montana, Revello ha un chiodo fisso conficcato in testa: migliorare ulteriormente l’efficienza e l’efficacia delle politiche ambientali attuate sul proprio territorio. Un obiettivo senza dubbio condivisibile, che passa attraverso la promozione di una gestione dei rifiuti urbani tesa – da un lato - alla riduzione della produzione e – dall’altro - all’incremento della raccolta differenziata: meno rifiuti insomma – la Regione indica nel 10 per cento la riduzione programmata per il 2012 -  e più differenziata.  

Partendo da questi propositi, l’Amministrazione comunale guidata dal geometra Ugo Motta – conscia del fatto che i due obiettivi di cui sopra possano essere raggiungibili grazie anche, per non dire soprattutto, ad iniziative volte a favorire l’utilizzo di prodotti riutilizzabili al posto di quelli “usa e getta” - vuole proporre alle famiglie dei residenti nel Comune nati dopo il 1 gennaio 2009 di passare dal pannolino monouso a quello lavabile.

Secondo il Comune “si tratta di prodotti di facile utilizzo che permettono un maggiore comfort per la pelle dei bambini, un risparmio economico non indifferente per le famiglie e, ovviamente, una riduzione notevole di rifiuti non biodegradabili”. Gli esperti stimano che ogni bambino “consumi” una tonnellata di pannolini usa e getta che impiegano circa cinquecento anni per degradarsi.

Se questo dato fosse veritiero, e non esistono dubbi di sorta sul fatto che lo sia, è lecito pensare che a Revello – dove ogni anno nascono circa 30 bambini – possano tranquillamente essere attribuite circa trenta tonnellate di rifiuto indifferenziato.

Il ricorso ai “pannolini ecologici” avrebbe molteplici benefici. Su tutti la riduzione della produzione di rifiuti non riciclabili con – di conseguenza - un risparmio economico ai destinatari del progetto, sia  sull’acquisto dei pannolini e che sulle spese per lo smaltimento dei rifiuti.

Per questo insieme di motivi, la Giunta comunale ha deciso di attivare il progetto per promuovere l’utilizzo dei pannolini ecologici, a tutte le famiglie che abbiano avuto un figlio dal 1 gennaio 2009 e di attribuire alle famiglie aderenti al progetto in questione un contributo sull’acquisto di un kit di pannolini lavabili e relativi accessori, Il contributo comunale sarà di 80 euro per chi ha acquistato un kit completo da 20 pannolini lavabili , di 60 euro per chi ha acquistato un kit da 15 e di 40 euro per chi ha invece acquistato un kit da 10. Le  richieste andranno inoltrate al Comune compilando apposito modello predisposto, con allegata la documentazione comprovante l’acquisto del kit.

Non potrà essere erogato più di un contributo per questo progetto.

WA

MoreVideo: le immagini della giornata

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium