/ Cronaca

Cronaca | 12 settembre 2011, 18:25

Michelin Cuneo: la Cassazione dice che i capi devono risarcire i familiari di Giuseppe P.

L'uomo aveva respirato polveri tossiche che gli hanno causato il mesotelioma maligno

Michelin Cuneo: la Cassazione dice che i capi devono risarcire i familiari di Giuseppe P.

La Cassazione ha confermato oggi, nonostante la prescrizione, la colpevolezza - per omicidio colposo commesso con violazione delle norme sulla sicurezza sul
lavoro - dei dirigenti dello stabilimento della Michelin di Cuneo, che si sono succeduti dal 1970 al 1994. Giuseppe P., operaio addetto alla manutenzione della centrale termica che aveva respirato senza alcuna protezione le polveri tossiche che gli hanno causato il mesotelioma maligno, sarebbe deceduto perché gli ex direttori dell'impianto avrebbero "omesso di sottoporlo ad adeguato controllo sanitario mirato sul rischio specifico dell'amianto, di informarsi e di informare il lavoratore sui rischi derivanti dall'esposizione all'amianto e sulle misure da adottare per ovviarvi, di disporre o di sollecitare i vertici della 'Michelin' ad adottare le misure necessarie a contenere i rischi di tale esposizione, di curare o sollecitare la fornitura e l'effettivo impiego di mezzi personali di protezione".

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium