/ Attualità

Attualità | 02 novembre 2011, 11:53

Maltempo in arrivo sul Piemonte: pioggia incessante da giovedì a lunedì

I Radicali, tramite Igor Boni: "Per l'emergenza si attivino da subito i sistemi di allerta"

Maltempo in arrivo sul Piemonte: pioggia incessante da giovedì a lunedì

Giovedì sera arrivano le piogge al nordovest, specie su Liguria e Piemonte, che si protrarranno fino a lunedì. E' prevista inoltre neve in montagna tra 1.800 e 2.200m. Le temperature, inevitabilmente, scenderanno di qualche grado. Da giovedì ad inizio della prossima settimana si intervalleranno piogge deboli e rovesci e temporali. E' prevista l'allerta maltempo tra venerdì 4 e sabato 5 novembre, da non sottovalutare probabili dissesti idro-geologici.

A 17 anni dall'alluvione disastrosa del 1994 le previsioni di molti modelli per i prossimi giorni forniscono un quadro assai preoccupante soprattutto per la Regione Pieimonte. Igor Boni (esperto in materia ambientale – Coordinatore provinciale Associazione radicale Adelaide Aglietta) afferma: "Ad oggi si stanno stabilendo sul Piemonte tre classiche premesse che potrebbero provocare verso il fine settimana fenomeni alluvionali di entità rilevante. Il forte scirocco, unito all’azione di blocco ad est dell’alta pressione e le temperature relativamente elevate che portano verso l’alto la quota della neve sono premesse preoccupanti, vista l’intensità della perturbazione in arrivo. Non si tratta di creare allarmismo gratuito, ma di attivare subito tutte le procedure d’allerta, oliando i contatti tra Protezione Civile, Regione Piemonte, Prefetture, Province e, soprattutto, i Comuni. I recenti e drammatici eventi della Liguria orientale e della Lunigiana speriamo non si ripetano nella nostra regione ma, dato che spesso si aggiungono alla pioggia le lacrime di coccodrillo, occorre prepararsi e preparare la popolazione. Se poi l’allarme si dimostrerà infondato e le previsioni non corrette, tanto di guadagnato. E' necessario, nell’immediato, limitare i danni alle cose e alle persone e, a lungo termine, investire sulla sicurezza. Per queste ragioni consiglio vivamente al Presidente Roberto Cota di restare in Piemonte nei prossimi giorni”. 

R. G.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium