/ Al Direttore

Al Direttore | 19 febbraio 2012, 09:50

Il sindaco di Alba: "L'aeroporto di Levaldigi deve chiudere. Inutile, dannoso e a capo di una vicenda poco chiara"

In una lettera Maurizio Marello esprime tutta la propria contrarietà circa il mantenimento dello scalo: "Non metteremo più un soldo. E' una vicenda scandalosa"

L'aeroporto di Levaldigi e, nel riquadro, il sindaco di Alba Maurizio Marello

L'aeroporto di Levaldigi e, nel riquadro, il sindaco di Alba Maurizio Marello

Dal sindaco di Alba riceviamo e pubblichiamo questa lettera, destinata certamente a far discutere. Mentre tutto il mondo politico e parte di quello imprenditoriale si è schierato per il suo mantenimento, oggi Maurizio Marello esce allo scoperto e dice, senza mezze misure: "Chiudete l'aeroporto di Levaldigi!". (c.m.)

"Credo sia non semplicemente un’opinione ma una necessità a fronte di perdite di milioni di euro che si succedono da anni. Continuare a sostenere l’aeroporto cuneese significa semplicemente mantenere in vita un soggetto in coma sottoponendolo ad un accanimento terapeutico ai danni dei contribuenti. E’ infatti del tutto evidente che non può esserci uno spazio per una struttura che è a due passi da Caselle, che a propria volta sta faticando non poco a rimanere sul mercato.

Levaldigi è nato male. Simbologia della prima repubblica in cui contava costituire strutture per creare posti non tanto di lavoro quanto di poltrone. Finchè “berta filava” tutto andava bene anche se si accumulavano milioni di perdite. Oggi di fronte alla crisi tutto ciò non è più tollerabile. Come Comune di Alba non aderiremo all’aumento di capitale perchè crediamo che nell’interesse generale sia bene che Levaldigi chiuda.

Personalmente, poi, ho sempre sostenuto che con quanto la Regione Piemonte, la Provincia di Cuneo e gli enti locali hanno speso in questi anni, si poteva tranquillamente mandare ciascuna famiglia cuneese gratuitamente in vacanza con il vettore aereo in direzione dei paesi caldi per una confortevole vacanza..

Lasciatemi affermare che la vicenda Levaldigi è degna di rientrare a pieno titolo tra le questioni scandalose di questo nostro paese in cui soldi pubblici sono stati sprecati senza ritegno. Personalmente auspico che sia fatta chiarezza individuando le responsabilità politiche e giudiziarie su quanto accaduto e che l’aeroporto sia al più presto chiuso evitando ulteriori oneri ai cittadini della nostra provincia. A vent'anni da Tangentopoli forse sarebbe bene fare chiarezza su una vicenda che ha molte analogie con il malaffare italico.

Maurizio Marello

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium