/ Attualità

Attualità | 02 aprile 2012, 19:23

Levaldigi, Guido Botto risponde a Cota: "Siamo disponibili a un piano aeroportuale integrato"

Ma il presidente Geac alza il tiro:"Non esiste solo lo scalo torinese. Guardiamo anche verso Nizza e altre società private"

Guido Botto

Guido Botto

"Integrare l'aeroporto di Levaldigi con quello di Caselle? Perche' no?" Così Guido Botto - presidente della società Geac - commenta la proposta del governatore del Piemonte Roberto Cota che, alcuni giorni fa, aveva detto: "Levaldigi si può salvare solo se si integra con lo scalo torinese".

"Se Caselle è d'accordo - chiarisce il presidente Botto - noi siamo disponibili ad integrarci in un unico sistema aeroportuale". Il che significa una sola società con due piste distinte. E come vedrebbe un'alleanza con la vicina Nizza, da sempre punto di riferimento economico per tutta la Granda? "Stiamo valutando anche questa opportunità - conclude Botto -, ma non ci sono solo Nizza e Caselle. Ci stiamo guardando intorno, perché è innegabile che un'alleanza con un'altra società privata del settore garantirebbe per Olimpica uno sviluppo ed una crescita più veloce". Per esempio già diversi anni fa lo scalo di Bergamo - Orio al  Serio si era detto disponibile ad una collaborazione con l'aeroporto cuneese.

NaMur

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A APRILE?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di Targatocn.it su WhatsApp ISCRIVITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium