/ Attualità

Attualità | 21 giugno 2012, 11:53

Al via “100 Imprese – Agrifood Export”, l’iniziativa di UniCredit per incentivare l’export in Polonia e Russia

Coinvolte le imprese vinicole, ortofrutticole e dolciarie del Nord-Ovest

Bruna Sibille, sindaco di Bra

Bruna Sibille, sindaco di Bra

Prende il via oggi e si concluderà domani 22 giugno, presso l’albergo dell’Agenzia di Pollenzo, “100 Imprese – Agrifood Export”, l’iniziativa di Unicredit patrocinata dal Ministero dello Sviluppo Economico, dalla Regione Piemonte, dalla Regione Valle d’Aosta, dalla Provincia di Cuneo, dalla Città Di Bra, da Unioncamere Piemonte, e dall’Ente del Turismo di Alba Bra Langhe e Roero. Il progetto, in collaborazione con l’ICE, Istituto del Commercio Estero ed il Centro Estero per l’Internazionalizzazione del Piemonte e promossa e organizzata dai Consigli di Territorio UniCredit, nasce per supportare le imprese vinicole che desiderano potenziare il proprio flusso di esportazione verso i mercati dell’Europa Centro Orientale. 

I 130 imprenditori che hanno aderito all’iniziativa hanno la possibilità di incontrare una rappresentanza di 25 buyer esteri provenienti dalla Russia e dalla Polonia attraverso incontri “Business to Business”, con l’obiettivo di favorire le esportazioni e supportare alcuni dei settori di punta del “Made in Italy”, quelli del vino, dell’ortofrutta e del dolciario che negli ultimi anni stanno conoscendo trend positivi di crescita soprattutto in mercati “giovani” e ricchi di potenzialità come quelli dell’Est Europa.

Obiettivo di questa iniziativa, pensata per le PMI del Nord Ovest che vogliono promuovere l'esportazione di vino, ortofrutta e prodotti dolciari verso il mercato russo e polacco-spiega Vladimiro Rambaldi Responsabile Territorio Nord Ovest di Unicredit-, è quella di creare opportunità di business, per le nostre aziende esportatrici, per i buyer importatori e per il Territorio. Polonia e Russia sono due mercati che forniscono buone aspettative di penetrazione rispetto ai prodotti scelti, che posseggono una positiva percezione del Made in Italy e dove UniCredit è saldamente presente tramite la rete di Bank Pekao SA in Polonia e di Zao UniCredit Bank nella Federazione Russa. Il punto di forza di “100 Imprese – Agrifood Export” è l’approccio pratico e concreto grazie al quale gli imprenditori daranno vita a più di 700 incontri B2B con buyer selezionati dalle banche estere del gruppo insieme con gli uffici di Mosca e Varsavia dell’Istituto per il Commercio Estero”.

L’Italia ha esportato prodotti dolciari in Russia, nel 2010, per 16.8 milioni di Euro, con una quota sul totale delle importazioni russe pari all’8%. Le esportazioni dal Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta ammontavano a 2.9 milioni di Euro. In Polonia l’Italia, nel 2010, ha esportato dolci per 8 milioni di Euro, pari a una quota del 5%. Le esportazioni dall’area Piemonte - Liguria - Val d’Aosta ammontavano a circa 3 milioni di euro. I dolci rappresentano in Russia il 3% del paniere di consumo, nel 2010 il mercato è cresciuto del 5.4% rispetto all’anno precedente e ha raggiunto i 3,1 milioni di tonnellate. Si prevede che per la fine del 2014 il mercato possa raggiungere i 3,5 milioni di tonnellate di consumi.  In Polonia i dolci rappresentano il 2,1% del paniere di consumo.

Nel 2010 il settore vinicolo in Italia ha esportato, sul mercato russo, vino per un valore di circa 104 milioni di Euro. Le esportazioni dell’area Nord Ovest (Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta) ammontavano a 69 milioni di euro. La Francia fino al 2009 è stata il primo Paese fornitore, ma dal 2010 è stata superata dall’Italia con una quota di mercato pari al 21.8%. In Polonia l’Italia è il secondo fornitore con una quota di mercato del 14%. Le esportazioni italiane in questo Paese toccano i 21 miliardi mentre quelle dell’area Piemonte Liguria e Valle d’Aosta valgono 15 milioni di euro. Per quanto riguarda il settore ortofrutticolo in Russia le prospettive del consumo di frutta e verdura sono molto favorevoli. Il 2012 è previsto in significativa espansione con un tasso di crescita del 10% su base annua. L’Italia nel 2010 ha esportato in questo Paese 21.7 milioni. L’area Nord Ovest circa 1 milione. Sul mercato polacco l’Italia ha importato 36 milioni di euro di prodotti ortofrutticoli con una quota di mercato del 6.7%. Le esportazioni di Piemonte e Liguria hanno raggiunto nel 2010 i 2,2 milioni di euro con un aumento del 48,7% sul 2009.

Le aziende che partecipano a “100 imprese – Agrifood Export” avranno anche la possibilità di incontrare il team di esperti UniCredit operanti nelle banche del Gruppo dei paesi dell’Europa Centro Orientale ricevendo un supporto concreto alle attività di export grazie alle strutture estere di UniCredit che portano al servizio delle imprese partecipanti l’esperienza della propria rete commerciale, presente con 1.030 sportelli in Polonia con Bank Pekao SA (seconda banca del Paese) e 123 in Russia con UniCredit Bank ZAO (terza banca privata del Paese). (c.s.) 

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium