/ Attualità

Attualità | 03 aprile 2013, 08:14

Chiusura della linea ferroviaria Cuneo-Ventimiglia: una scellerata decisione

E’ il pensiero del consigliere regionale Elio Rostagno

Chiusura della linea ferroviaria Cuneo-Ventimiglia: una scellerata decisione

Quando questa storica ferrovia fu ideata, Nizza apparteneva ancora al Regno Sabaudo e questo asse ferroviario doveva essere via di congiunzione tra il basso Piemonte e la riviera nizzarda, facilitando gli scambi commerciali e contribuendo a unire aree e popolazioni affini per storia e cultura.

Affinità che hanno continuato a persistere e quasi un secolo dopo la realizzazione di quest’opera, considerata un’autentica meraviglia di ingegneria e uno dei tratti ferroviari più arditi d’Europa, con le sue 81 gallerie, di cui 4 elicoidali, si sono ritrovate insieme per costituire la Regione economica europea delle Alpi del Mare che non si propone come mera entità geografica, ma come soggetto che unisce popolazioni storicamente vicine e vuole essere protagonista nell’Europa del domani.

Se dunque le ragioni storiche già da sole giustificherebbero una forte presa di posizione contro la scellerata decisione di sopprimere questo tratto ferroviario, ancor di più quello che questa ferrovia può rappresentare per lo sviluppo economico e turistico futuro di questa Regione deve mobilitare tutti contro la colpevole miopia della Giunta Regionale e io, in qualità di Consigliere Regionale, farò tutto quanto sarà nelle mie possibilità per portare questa protesta nelle sedi appropriate e impedire questo ennesimo colpevole vulnus a un territorio già sfregiato e ferito.

Elio Rostagno - Consigliere Regionale

MoreVideo: le immagini della giornata

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium