/ Attualità

Attualità | 20 novembre 2013, 14:25

La “potabile” di Gambasca è inquinata e dev’essere bollita prima dell’uso alimentare

Ordinanza emessa in mattinata dal sindaco Erminia Zanella

La “potabile” di Gambasca è inquinata e dev’essere bollita prima dell’uso alimentare

L’acqua dell’acquedotto comunale di Gambasca è microbiologicamente inquinata. Lo ha comunicato nella giornata di ieri – “a seguito di analisi effettuate su campioni prelevati” – l’Azienda Sanitaria Locale CN1 che ha nel contempo chiesto l’emissione “ai fini della tutela igienico sanitaria della popolazione” di un’ordinanza contenente sia il divieto di utilizzo dell’acqua per scopi potabili senza previo intervento di bollitura a scopo cautelativo.

Così, nella mattinata odierna il sindaco del paese Erminia Zanella ha ordinato a tutti gli utenti allacciati alla rete dell’acquedotto comunale di Gambasca di non utilizzarne l’acqua, se non dopo averla sottoposta a bollitura cautelativa.

Il sindaco ha altresì disposto che il Gestore del Servizio Idrico Integrato provveda “all’immediato intervento ai fini della risoluzione dell’inconveniente, fornendo dettagliata relazione tecnica corredata da esiti analitici in autocontrollo”.

Il giorno in cui questa sarà prodotta, verrà immediatamente dato avviso all’utenza dell’acquedotto circa la possibilità di fare ritorno alle abitudini di sempre. Perlomeno per quel che concerne l’acqua.

W.A.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di Targatocn.it su WhatsApp ISCRIVITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium