ELEZIONI POLITICHE 25 SETTEMBRE 2022
 / Saluzzese

Saluzzese | 24 agosto 2015, 12:31

Paesana, si chiude stasera il peggior San Bernardo che memoria d’uomo ricordi

Una sola giostra presente in piazza, nonostante le tante richieste che il sindaco ci ha detto essere giunge regolarmente in municipio. Toccato davvero il fondo. Una Patronale può venire bene anche senza giostre: il Comune batta un colpo ed inverta la rotta

Piazza Vittorio Veneto desolatamente vuota di divertimenti: una sola giostra fa capolino, laggiù sullo sfondo

Piazza Vittorio Veneto desolatamente vuota di divertimenti: una sola giostra fa capolino, laggiù sullo sfondo

Il peggior San Bernardo che, per numero di giostrai presenti sulle piazze del paese, memoria d’uomo ricordi si chiude questa sera a Paesana consegnando agli archivi una delle pagine meno gratificanti di questa festa che un tempo neppure troppo lontano era così appetibile da non avere posto sufficiente per ospitare l’intero luna park. Piazza Statuto completamente deserta. Una ed una sola giostra in piazza Vittorio Veneto. Questo è stata la Patronale cui una volta si affidava il compito di chiudere con un sigillo di cera lacca l’estate valligiana segnando al contempo la riapertura delle grandi fabbriche ed il ritorno al lavoro dopo le vacanze.

Una tristezza, acuita – se possibile – dalla pioggerellina autunnale caduta per l’intera giornata di ieri. Una tristezza che aveva fatto trasparire le sue avvisaglie già nei due anni precedenti e deflagrata quest’anno in tutta

In Comune ci dicono di aver ricevuto entro i tempi prestabiliti tutte le domande con regolarissima marca da bollo. Poi altrettanto regolarmente disattese, senza neppure sentire la necessità di un gesto di buona creanza con il quale avvisare dell’assenza se non di  fronte ad un “giro” di telefonate della Polizia Municipale. Di certo la favoletta degli alti costi della Tassa di occupazione del suolo pubblico, smentita con la forza inoppugnabile delle cifre già da qualche anno, non regge più, ammesso abbia mai retto.

Se lo scorso anno l’idea che di questo passo non fosse possibile andare avanti poteva sembrare provocatoria, al termine dell’edizione 2015 della Patronale di Borgo Santa Maria il concetto è invece diventato una necessità da affrontare prima che siano trascorsi altri 12 mesi e ci si ritrovi a fine agosto 2016 a ripetere alla nausea le solite cose.

Ne abbiamo parlato domenica mattina con il sindaco Mario Anselmo. Che ci è parso concordare sul fatto che prima o poi bisognerà pure pensare ad un San Bernardo alternativo. Se del caso senza più neppure una giostra. Con un concerto bandistico (pensiamo al complesso strumentale di Saluzzo o ad una banda militare) da far esibire il sabato sera, un pranzo comunitario sotto una tensostruttura ed un’orchestra di prim’ordine di liscio la domenica ed uno spettacolo pirotecnico il lunedì sera.

Al Comune si chiede che batta un colpo, magari mostrando i muscoli (se può), e di invertire la rotta.

W.A.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium