ELEZIONI COMUNE DI CUNEO
 / Saluzzese

Saluzzese | 12 ottobre 2015, 08:46

“Food & Rider Tour”: per tre giorni a cavallo di una moto per promuovere la Valle Po in televisione

Grazie alla fortunata intuizione di un paesanese doc, Franco Ghigonetto, che, ritrovando i luoghi d’infanzia e di origine, ha avuto la capacità di mettere insieme il puzzle: far conoscere sotto una nuova luce zone spesso note agli stranieri, ma purtroppo ignote ai conterranei piemontesi

Il gruppo fa tappa al Rifugio Bertorello di Pratoguglielmo

Il gruppo fa tappa al Rifugio Bertorello di Pratoguglielmo

Un tour gastronomico sulle due ruote, nella Valle Po e sulle montagne del Monviso, con un team di motociclisti professionisti e non, alla scoperta delle bellezze, dei gusti e dei sapori del territorio piemontese, che ha toccato via via Paesana, Pratoguglielmo, Pian Munè, Oncino, Pian della Regina, Ostana, Calcinere e di nuovo Paesana. Un viaggio adrenalinico capace di unire l’amore per una regione capace di stupire ad ogni angolo, alla passione per il motociclismo: un connubio perfetto di emozionanti avventure, nella terra dei monti e delle pianure, dei fiumi e dei laghi, dei parchi naturali e dei borghi storici, del vino e della buona cucina con un’équipe fatta di un variegato gruppo di motociclisti esperti, alcuni dei quali professionisti, tutti accomunati da una viscerale attrazione per i motori.

A rendere l’ambiente più competitivo e frizzante, la presenza di Renato Chiaberto, campione mondiale di trial e la camaleontica e bellissima figura femminile di Milly Campanas.

Questo è stato “Food & Rider Tour”, la fortunata intuizione di un paesanese doc quale è Franco Ghigonetto che, ritrovando i luoghi d’infanzia e di origine,  ha avuto la percezione e la capacità di mettere insieme il puzzle: un atto di consacrazione vero e proprio,  l’omaggio di un paesanese ai luoghi che lo hanno visto crescere, che hanno reso unici ed indimenticabili i momenti trascorsi in allegra compagnia ed hanno contribuito a creare l’occasione di far conoscere, sotto una nuova luce, zone spesso note agli stranieri, ma purtroppo tristemente ignote ai conterranei piemontesi cercando di catturare, oltre alle suggestioni dei luoghi, al fascino dei motori  e ai piacevoli momenti di intrattenimento che hanno accompagnato i lunghi percorsi, l'essenza delle attività delle partnerships e di documentare con poche ma significative immagini, come si addice ad un format televisivo, l’atavico attaccamento alle tradizioni, ai valori e la passione, che vi sono alla base delle aziende cuneesi. 

Grazie anche all’abile regia di Gusto Channel.

Il tutto accompagnato dal massimo impegno anche nella comunicazione sui social network, sia per ciò che concerne la pubblicazione di post e foto dei luoghi toccati, che nel veicolare direttamente ad amici, curiosi e conoscenti, quanto visto, appreso e documentato, ai fini di una buona promozione del territorio e delle strutture ricettive, oltre che delle aziende di eccellenza visitate.

Così, in base a quel detto che sostiene che da cosa nasce cosa, per almeno due volte a settimana la Valle Po gode oggi di un ampio spazio pubblicitario (oltre 7 minuti, completamente gratuito) su Rete Canavese, Editrice 21,TeleTorino, Rete 82, Studio Nord Piemonte, Rete Saint Vincent e Quartarete grazie al video che pubblichiamo a corredo di queste righe e che altro non è che una sorta di puntata pilota che ha come obiettivo un format televisivo da distribuire a emittenti su scala nazionale.

Perché se davvero da cosa nasce cosa, perché porsi dei limiti?

R.G.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium