/ Eventi

Eventi | 18 dicembre 2015, 12:03

“L’ora canonica” all’Interno 2 per un dopo pranzo di risate e parabole riflessive

A Saluzzo, domenica 20 dicembre dalle 15 arriva padre Filip con padre Iork e il chierichetto Luca. Alle 17 inaugurazione della mostra dell’artista torinese Diego Scursatone

Luca Occelli, Azio Citi, Pippo Bessone in l'Ora canonica

Luca Occelli, Azio Citi, Pippo Bessone in l'Ora canonica

Vuoi prepararti spiritualmente in vista del Natale? All’Interno 2 di Saluzzo, domenica 20 dicembre, c’è Padre Filip (ovvero Pippo Bessone, ex cantante e autore dei Trelilu, oggi nella nuova veste di parroco) accompagnato dal traduttore di piemontese Padre Iork (Azio Citi) e dal chierichetto Luca (Luca Occelli).

Il trio di “religiosi” torna all’Interno2 di via Martiri con un nuovo spettacolo che ha inizio alle 15, per un dopo pranzo che si preannuncia pieno di risate, allegria e "santità".

Padre Filip racconterà storie di vita conosciute in canonica e in confessionale, non facendo mancare parabole riflessive e facezie comiche.

Info e prenotazioni al numero 0175- 248907.  

Seguirà alle 17 l’inaugurazione di “Spazi Aperti”, la mostra personale dell’artista Diego Scursatone, classe 1975, formato all’Accademia Albertina di Belle Arti di Torino. Dicono di lui: “Sulle tele di Scursatone si consuma un conflitto interno, una sofferenza che fa parte del bagaglio artistico ed emotivo del pittore: “La presenza dell’uomo, nelle opere dell’artista, si riduce a figure accese e minute che si allontanano ritratte di schiena. Sono uomini senza volto, uomini, appunto, sulla strada. Gli scenari sono spesso quelli di un’apocalisse senza climax, tutta interiore”.

 

V.B.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium