/ Attualità

Attualità | 14 aprile 2016, 08:50

"Via da Cuneo i manifesti contro il 41 bis": l'appello di Fratelli d'Italia-Alleanza Nazionale

Riceviamo e pubblichiamo

"Via da Cuneo i manifesti contro il 41 bis": l'appello di Fratelli d'Italia-Alleanza Nazionale

Gentile Direttore,

è con grande stupore che vengo a conoscenza dell’affissione di questi manifesti in tutta la città di Cuneo contro il regime carcerario denominato “41 bis”.

Rimango basito davanti a questo sfregio nei confronti di chi negli anni ha perso la propria vita in nome della legalità e della lotta alla mafia. Voglio ricordare che a questo regime carcerario vengono condannati non solo i mafiosi, ma anche chi è colpevole di terrorismo. Mi piacerebbe capire come, soprattutto in questo periodo, dovremmo combattere tale sciagura senza il “41 bis”, che rimane un deterrente validissimo.

Certo, la dignità della vita deve rappresentare un punto fondante di ogni democrazia, ma manifestare perché queste persone non possono leggere libri e riviste pare francamente troppo.

Abbiamo dovuto assistere alla morte di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino per introdurre nel sistema carcerario questa legge che evita proprio che i boss abbiano contatti esterni, annullando così la loro capacità di continuare ad organizzare le attività delle varie mafie presenti sul territorio nazionale.

Mi vergogno a vedere Cuneo invasa da simili locandine appese (forse abusivamente) in tutte le pensiline dei bus. Perché non si vedono mai manifestazioni analoghe a favore della Polizia Penitenziaria, costretta a lavorare in condizioni psicologiche estreme?

Mi auguro che questo mio risentimento venga imitato da altri nostri concittadini.

Grazie,

Denis Scotti, Fratelli d’Italia – Alleanza Nazionale Cuneo

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium