ELEZIONI COMUNE DI BORGO SAN DALMAZZO
 / Cuneo e valli

Cuneo e valli | 14 aprile 2016, 15:42

Moderati per Cuneo: quale sicurezza per la città di Cuneo?

Riceviamo e pubblichiamo

Moderati per Cuneo: quale sicurezza per la città di Cuneo?

Gentile Direttore,

sono ormai trascorsi quattro anni da quando noi del movimento Moderati per Cuneo, denunciavamo il precario stato in cui versa la sicurezza stradale nella città di Cuneo. Ad oggi nulla è cambiato e continuiamo ripetutamente ad interpellare e interrogare l’Amministrazione Comunale sul tema della sicurezza dei cittadini, e ogni volta, quando purtroppo si conta l’ennesima vittima di incidente si torna a riparlare di una tematica molto sentita dalla cittadinanza ovvero la sicurezza e l’incolumità dei cittadini sulla nostre strade.

Spesso mi domando perché bisogna parlarne sempre dopo l’ennesimo incidente e l’ennesima vittima e poi tutto torna nel dimenticatoio quotidiano. Talvolta, Direttore, ci si  dimentica, che la strada è uno spazio sociale, un luogo di incontro e di scambi economici, che l'andare a piedi o in bicicletta rappresenta uno dei modi di spostarsi più importanti. Basti pensare che il 21% degli spostamenti automobilistici urbani sono inferiori ai 2 km e il 32% sono inferiori ai 3 km, per cui potrebbero essere effettuati anche a piedi o in sella alla bicicletta. Quest’ultima è tra i mezzi di trasporto indispensabili e più utilizzati dalle giovani generazioni, e a parere dello scrivente è fondamentale educare i ragazzi ad esplorare e conoscere a piedi o in sella alla bicicletta la propria città.

Ma per raggiungere tale obbiettivo è compito degli amministratori garantire prioritariamente la sicurezza negli spostamenti lungo gli itinerari cittadini che siano queste piste ciclabili, attraversamenti pedonali, zone a traffico limitato. Pertanto la riduzione della velocità dei veicoli è il più importante intervento per la sicurezza dei pedoni, dei ciclisti e degli stessi  automobilisti. Una volta stabilita la funzione delle singole strade e pertanto la loro gerarchia, gli interventi legati alla moderazione della velocità in un determinato territorio devono essere concepiti a "pacchetto", ovvero combinazioni di elementi misti, anche ripetuti, calibrati e da realizzarsi per fasi logiche.

Alcuni suggerimenti ed interventi legati alla moderazione della velocità su strade a funzione di servizio e suggeriti da noi Moderati più volte all’attuale Amministrazione Comunale sono i seguenti: realizzazione di dossi o piattaforme di rallentamento della circolazione, porte di accesso alle zone a traffico limitato video sorvegliate; rotture verticali della pavimentazione, rampette, lastricati in rilievo, rotture orizzontali, cioè spostamenti laterali ripetuti per aiuole o parcheggi alternati per evitare i lunghi tratti rettilinei che incentivano la circolazione a velocità sostenuta. Con tutte queste osservazioni non affermo, Direttore, che l’attuale Amministrazione Comunale non sia sensibile al problema della sicurezza stradale dei cittadini ma, a parere dello scrivente, è necessario che gli interventi di messa in sicurezza della strade cittadine siano repentini e prioritari rispetto ad altri.

In conclusione, gentile Direttore, approfitto dello spazio che mi vorrà dedicare per rivolgere un accorato appello al Sindaco e alla Giunta affinchè affrontino con la dovuta attenzione e professionalità la questione della sicurezza stradale cittadina adottando adeguati e celeri provvedimenti in materia nel rispetto e nella considerazione dei famigliari delle vittime della strada che negli anni, anche a Cuneo, sono diventate alcune decine.             

Cordialmente,

il Consigliere Comunale, Mario di Vico

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium