/ Attualità

Attualità | 26 maggio 2016, 14:46

Cuneo, la Polizia di Stato festeggia i 164 anni dalla fondazione e premia i suoi uomini migliori

Lotta al terrorismo ed emergenza profughi, le due priorità in Granda. Punti deboli: truffe agli anziani e furti, ma i reati sono in calo

Cuneo, la Polizia di Stato festeggia i 164 anni dalla fondazione e premia i suoi uomini migliori

"Terrorismo oltreconfine e il distinto aspetto dell’emergenza profughi hanno richiesto risposte rapide e misure di prevenzione appropriate anche da noi in provincia di Cuneo. Fuori dal clamore mediatico, rimane invece una seria preoccupazione per i furti nelle case e le truffe agli anziani: sebbene il numero complessivo dei reati sia in calo, a Cuneo e in provincia, dobbiamo registrare la crescita di questi gravi reati che determinano un allarme forte e legittimo".

Con queste parole, il questore Giovanni Pepe', ha aperto, questa mattina giovedì 26 giugno, in sala San Giovanni a Cuneo, la festa della polizia di Stato che, quest'anno festeggia i suoi 164 anni dalla fondazione. Durante la cerimonia sono stati consegnati i riconoscimenti a 36 poliziotti che si sono distinti nel loro servizio.

Tra questi:

Promozione per merito straordinario alla qualifica di agente scelto, concessa all'agente Gabriele Mastrella, per aver fermato - con altri colleghi - due pregiudicati armati di pistola.

Encomio concesso al sostituto commissario Luigi Chilla, all'assistente capo Cristian Mazzola e all'assistente Marco Pilati, per aver partecipato ad una attività di polizia giudiziaria che ha portato all'arresto di tre cittadini albanesi, responsabili di rapina a un anziano.

Encomio all'ispettore superiore Giancarlo Floris, al sovrintendente capo Cristiano Bottasso, all'assistente capo Lucio Simon, per la brillante attività di polizia giudiziaria che ha portato all'arresto di otto persone, responsabili di diversi furti presso gli esercizi commerciali.

Encomio all'ispettore capo Massimo Blengino, al sovrintendente capo Giuseppe Loi, all'assistente capo Fabrizio Capellino e all'assistente capo Silvia Garelli, per aver partecipato ad una laboriosa indagine che si è conclusa con l'arresto di 17 persone, responsabili di traffico internazionale e detenzione, ai fini di spaccio, di sostanze stupefacenti.

Encomio all'assistente capo Mauro Re e all'agente scelto Alberto Giostra, che si sono distinti per intuito investigativo ed encomiabile impegno in una complessa indagine che ha portato all'arresto di due persone appartenenti ad un sodalizio criminale, autori di furti e rapina. In questa operazione venne anche rintracciata una donna ricercata dalla polizia perché doveva scontare una pena di un anno e 11 mesi di carcere.

Encomio all'agente scelto Danilo Brustolon per gli ottimi risultati ottenuti con la rappresentativa del gruppo sportivo Fiamme Oro, vincendo la medaglia di bronzo durante i campionati europei di triathlon medio, che si sono svolti a Barcellona.

Encomio all'agente Matteo Picciurro che, in servizio alle Volanti, salvò un clochard che, privo di sensi, stava per morire avvolto dalle fiamme dell'incendio divampato nella sua roulotte.

NaMur

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium