/ Attualità

Attualità | 26 maggio 2016, 15:56

Giro d'Italia: tifosi super tutelati con i presidi della Croce Rossa di Cuneo

Un'imponente macchina dei soccorsi, pronta a scattare in caso di bisogno, è stata organizzata per le giornate di tappa e la "Notte in rosa" delle diverse città

La sala operativa della Cri

La sala operativa della Cri

Una task force di volontari, medici ed infermieri della Croce Rossa di Cuneo, è pronta - con squadre appiedate, ambulanze e autoambulanze - a vegliare e ad intervenire velocemente e con professionalità in caso di un'emergenza sanitaria tra tifosi e turisti che in questi tre giorni animeranno la Granda, in occasione del Giro d'Italia.

Niente può essere sottovalutato e la macchina dei soccorsi deve essere pronta ad intervenire in caso di bisogno, ma anche deve essere in grado di prevenire quelle che si possono definire criticità, prima che si trasformino in allarmi. E questo nonostante il grande numero di persone, le strade chiuse e gli imprevisti.

"Definire una simile organizzazione, non è certo facile - spiega il presidente della Croce Rossa di Cuneo, Paolo Signoretti -. E quest'anno è stato particolarmente impegnativo, in quanto e' la prima volta che la gara ciclistica passa in Granda per ben tre tappe". Il dispiegamento di uomini e mezzi, è davvero imponente. Solo nella valle Varaita, saranno impegnate una cinquantina di persone, che presidieranno il territorio in posti stabiliti e si muoveranno in caso di soccorso, a piedi, in auto oppure in ambulanza. Il dispositivo di controllo, prevede anche tre ambulanze che faranno base a Vinadio, pronte a partire con equipaggi formati da tre unità, tra i quali, dove è possibile, un infermiere professionale appartenente alla stessa Croce Rossa. Infine per la tappa di domenica, sono previste ambulanze in piazza Galimberti a Cuneo, lungo le strade verso la città di Savigliano e nel comune di Racconigi, per un totale di cinque mezzi pronti ad intervenire".

Per mantenere un contatto con la centrale operativa, ogni equipaggio è dotato di radio di bordo o radio portatile, ed è contraddistinto da un numero identificativo di soccorso, mentre la centrale operativa ha a disposizione i numeri di telefono dei vari operatori. "Così facendo - precisa il presidente Cri - la centrale sa sempre chi chiamare per un intervento e non perde mai di vista la collocazione dell'equipaggio o l'area in cui esso si trova". Tutti i punti nevralgici per il passaggio della carovana rosa, saranno coperti e potenziati al massimo da tutte le associazioni di soccorso che operano sul territorio provinciale. Oltre alla gara in se' un presidio sanitario e di soccorso persona sarà garantito anche durante gli eventi collaterali al Giro d'Italia, come per esempio la "Notte rosa" che si terrà nelle tre sere del passaggio del Giro".

Anche in questo caso vengono garantiti uomini e mezzi, a seconda dell'entità dl rischio della manifestazione, calcolato attraverso dei parametri fissi, stabiliti da un'ordinanza regionale del 2014 su disposizione del Consiglio dei ministri. Fondamentali in questi grandi eventi sono anche le così dette "squadre appiedate", ossia operatori del soccorso che si muovono a piedi, in gruppo di quattro. Così possono raggiungere in maniera più veloce certe aree e dare un primo soccorso in attesa dei rinforzi. Le squadre di "camminatori", portano con loro uno zaino salvavita con dentro attrezzi e materiale per un primo soccorso, tra questi anche un defibrillatore.

"In caso di scompenso cardiaco, un intervento nei primi minuti dal malore e' di fondamentale importanza per salvare la vita. Voglio precisare - conclude il presidente della Cri di Cuneo, Paolo Signoretti - che  nonostante il grande impegno di operatori e mezzi durante i tre giorni del Giro d'Italia, i cittadini potranno sempre contare su intervento della Croce Rossa in caso di chiamata".

 

 

NaMur

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium