/ Attualità

Attualità | 26 settembre 2016, 15:59

Soroptimist Cuneo: Sabina Osmic chiude il suo biennio da presidente

Cambio al vertice del sodalizio femminile con il bilancio dei due anni di attività. La presidente uscente aveva presentato alla città di Cuneo la pluricampionessa olimpica di scherma Bebe Vio. "In bocca al lupo" alla nuova presidente Maria Grazia Versiglia e al direttivo

Bebe Vio accanto alla presidente Sabina Osmic

Bebe Vio accanto alla presidente Sabina Osmic

Iniziato ad ottobre 2014, giunge al termine il biennio sociale del Soroptimist presieduto da Sabina Osmic. Un mandato importante per il sodalizio femminile, scandito da appuntamenti sociali significativi che hanno caratterizzato lo spirito del club cuneese.

I suoi due anni di Presidenza e il significato per lei di essere nel sodalizio? “Si è veramente soroptimiste quando si dona senza ricordare e quando si riceve senza dimenticare”.

Facendo la Presidente, ho vissuto sulla mia pelle, insieme a tutte le socie, questa realtà. Il valore aggiunto del Soroptimist è, come in tutte le buone organizzazioni, il gioco di squadra, la tensione del gruppo verso il risultato, l’efficacia di azioni che possano far progredire o valorizzare l’operato delle donne, in qualsiasi campo e in qualsiasi contesto.

Il grazie della presidente a tutte le “sorelle soroptime”, “che in questi due anni mi sono state vicine, con il loro sostegno, la loro attività e il loro spirito di grande amicizia e di disponibilità. In modo particolare l’ instancabile ed insostituibile segretaria: Mary Gasco; la tesoriera: Elena Bonetto, la PD: Debora Cappellino, la Presidente eletta: Maria Grazia Versiglia e la Past president Elena Cavallo, poi tutto il Consiglio Direttivo, senza dimenticare la cerimoniera: Enrica Tavecchio e la fidata Angela Pasinetti.

Il valore dell’amicizia, della condivisione e del confronto, ma anche la suddivisione di compiti, delle responsabilità ed il costante  impegno: queste sono le cose che mi porto nel cuore, di questi due anni, non sempre facili. Sono grata e davvero fiera di aver avuto questa opportunità, che ho interpretato con tanta passione e con tanto spirito di appartenenza ai valori Soroptimisti”.

In questi due anni, il club di Cuneo ha organizzato molte attività e numerosi services, di cui si ricordano i principali: i festeggiamenti per il trentennale della Fondazione del Club; nel gennaio 2015, la partecipazione alla giornata degli interclub Piemonte e Valle d’Aosta a Torino; l’ 8 marzo dello stesso anno, nell’ambito del programma "8 Marzo e dintorni" il concerto-lettura “Le 4 stagioni di Vivaldi e le leggi che hanno cambiato la vita delle donne”; il 23 aprile la visita del memoriale degli Alpini a Borgo Gesso –Cuneo; nel mese di novembre la  “Presentazione alla città di Cuneo di Bebe Vio: pluricampionessa paraolimpica di scherma” e il 25 dello stesso mese la presentazione alla città di Cuneo della App. S.H.A.W ( Soroptimist Help Application women) con l’intervento dell’Arma dei Carabinieri .

Nel 2016, il 18 febbraio conferenza del professor Bogo dal titolo “Dall’ 11 Settembre alle stragi di Parigi: le patologie dell’Islam” e il 6 marzo il concerto spettacolo “Suggestivamente femminile” nella rassegna "8 Marzo e dintorni" in collaborazione con “ Incontri d’autore”con il soprano Maddalena Calderoni.

Il maggio del 2016 ha visto il club a  Dronero all’ inaugurazione della collezione Goletti a palazzo Savio : oltre 150 pezzi provenienti da ogni parte del mondo per chiudere a giugno l’anno sociale al Centro Benessere Hotel Terme di Valdieri.

Quale il progetto che ricorda in modo particolare?

"Per tutte le attività organizzate dal Club provo un forte affetto. Ma, il mio cuore è legato a due avvenimenti che mi hanno davvero appassionata, per motivi diversi. Il primo è l’invito della campionessa Olimpica Bebe Vio organizzato dal nostro club in una due giorni emozionante, in cui l’atleta ha presentato il suo libro, nell’ambito della Rassegna Culturale Scrittori in Città, poi è stata accolta dalla città di Cuneo e ci ha parlato del suo sogno di partecipare alle Olimpiadi di Rio.

Questo sogno oggi è concreto e tangibile: il 15 Settembre Bebe ha vinto l’oro nel fioretto individuale femminile e bronzo in quello a squadre contro la Cina. Una ragazza con una volontà straordinaria, con un carattere davvero fortissimo, con una bellissima famiglia alle spalle. Il Soroptmist di Cuneo, in ragione delle sue origini borgarine, l’ha invitata e l’ha conosciuta e se ne è innamorata. Il suo successo mondiale è anche il successo del club di Cuneo! Sono felicissima per Bebe!".

Il secondo progetto è l’invito, da parte del Club internazionale di Biel Bienne (Svizzera), a Gstaad nella Regione del Saanenland, cantone di Berna, dello scorso agosto. Un piccolo gruppo di cuneesi ha partecipato ad una tre giorni di condivisione dei valori soroptimisti in ottica di collaborazione internazionale. Le amiche svizzere ci hanno accolte per un programma escursionistico, musicale, eno-gastronomico, senza tralasciare l’analisi e lo sviluppo dei temi soroptimisti dettati dalla Delegazione Europea. Era con noi anche la past President mondiale Mary Jeanne Bosia. Con questo Club, ormai da anni è attiva una sinergia profonda con Cuneo, fatta di scambi culturali, artistici, musicali e caratterizzati da un’amicizia davvero commovente".

Soroptimista senza frontiere?

"Sì, essere Soroptimista, dunque, significa non avere frontiere, non erigere muri, parlare con lo stesso spirito anche se in lingue diverse e lavorare per gli stessi ideali, sperimentare l’accoglienza e l’ospitalità, senza riserve. L’esperienza svizzera mi ha riempito il cuore di gratitudine e di consapevolezza che appartenere a questo Club, ed aver fatto l’esperienza da Presidente è stato per me un grandissimo privilegio.

Alla nuova Presidente, al nuovo Direttivo, a tutte le socie del Club di Cuneo un sincero: “In bocca al lupo ed un riconoscente grazie”.

 

C.s.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium